Allegri con Ronaldo
Allegri con Ronaldo

Milano, 15 agosto 2021 - "Portiamo a casa una buona prestazione, contro una squadra sempre difficile da affrontare. Nel primo tempo ci ha creato diverse difficoltà. I ragazzi hanno giocato una partita di carattere e questo deve contraddistinguerci, le qualità nei giocatori ci sono e nessuno ce le toglie. Per arrivare ai nostri obiettivi ci vuole disponibilità e sacrificio di uno per l’altro: sarà questo che ci permetterà di fare la differenza". E' soddisfatto Massimiliano Allegri dopo la vittoria per 3-1 della sua Juventus ai danni dell'Atalanta, sconfitta all'Allianz Stadium nell'ultimo match amichevole prima dell'inizio del campionato. Decisive le rete di Dybala, Bernardeschi e Morata

"Champions un desiderio"

"Come vedo i ragazzi? Tutti bene. Stiamo diventando una squadra. E' normale che a livello di testa devono essere tutti nelle condizioni di mettersi a disposizione, perché altrimenti non riusciamo a raggiungere un equilibrio che ci permette di dare continuità di risultati, facciamo un sali scendi e questo non ce lo possiamo permettere - sottolinea il tecnico bianconero - Quest'anno l'obiettivo, come è sempre stato per la Juventus, è quello di tornare a vincere il campionato e non sarà semplice. In Champions il primo obiettivo è passare il turno e per noi deve essere un desiderio perché comunque la Champions è troppo legata a degli episodi". 

Sui singoli

Sui singoli, Allegri aggiunge: "Ronaldo? Era in programma di fargli fare 60 minuti e ne ha fatti più di 65 se non sbaglio. Tra l'altro in certi momenti della partita ha gestito la palla in modo giusto, sta lavorando bene, è sereno e per noi sarà un valore aggiunto. Locatelli? E' un calciatore del Sassuolo. Credo che Ramsey abbia fatto una buona gara, è un ragazzo intelligente. Davanti alla difesa credo abbia un ottimo futuro, perchè stasera comunque non era facile contro l'Atalanta, è la seconda volta che ci giocava, è andato a chiudere molte traiettorie e più avanti quando la condizione lo sosterrà di più sbaglierà di meno, perchè avrà più geometrie nella testa. Quindi è un giocatore su cui io conto molto". 

Leggi anche: Coppa Italia, eliminato il Monza