19 mar 2022

Juventus, Allegri: "Nessuna lite con i ragazzi. Il meno tre dall'Inter uno stimolo"

Le parole del tecnico bianconero alla vigilia della sfida interna con la Salernitana

francesco bocchini 
Sport
Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri

Torino, 19 marzo 2022 - Rialzare subito la testa e mettersi alle spalle il tracollo in Champions League. E' questo quanto chiede ai suoi Massimiliano Allegri alla vigilia della sfida interna con la Salernitana, che arriva prima della sosta per le Nazionali. Una gara, quella di domani, preceduta non solo dalla tensione per l'uscita dall'Europa, ma anche per un presunto diverbio fra il tecnico della Juventus e un paio di giocatori, fra cui Dybala, in merito alla richiesta di questi ultimi di essere maggiormente liberi nella giornata odierna. Richiesta negata dal livornese. "I ragazzi hanno fatto una richiesta e io ho detto no. Non è successo assolutamente niente. Stiamo in ritiro tutti insieme, ma non c'è stata alcuna discussione. E comunque un po' di casino serve, altrimenti diventiamo piatti", le parole di Allegri in conferenza stampa. 

Equilibrio

Non si può dire però che il momento sia dei più semplici. "Insieme alla società stiamo facendo un percorso importante. Le basi sono buone, ma non possiamo ottenere tutto subito. Siamo sulla strada giusta, però per distruggere ogni cosa basta poco. Siamo passati da una situazione molto pericolosa quando eravamo a -10 dall'Atalanta con l'1-0 momentaneo a Bergamo nello scontro diretto, a una in cui ci ritroviamo nelle condizioni di poter consolidare il quarto posto. Abbiamo anche la chance di presentarci alla gara con l'Inter a -3 da loro. Nessuno a inizio gennaio se lo sarebbe mai potuto immaginare. Quindi ci sono anche delle cose positive", sottolinea Allegri, per il quale la parola fondamentale resta equilibrio. "Quello deve deve regnare sovrano per riuscire a centrare gli obiettivi. Dopo la sosta avremo tutti i calciatori a disposizione, tranne Chiesa e McKennie, quindi aspetti positivi ce ne sono. L'altro giorno in panchina avevo cinque giocatori, di cui tre non erano in condizione. Avremo un vantaggio in quest'ultima parte di stagione". 

Fra presente e futuro

 

Il futuro intanto fa rima con Salernitana. "Formazione? Devo valutare. Abbiamo provato diverse soluzioni, con diversi giocatori che rientrano ma che ovviamente non hanno i 90 minuti nelle gambe. Cercherò di non sbagliare nella scelta di chi partirà dall'inizio e di chi andrà in panchina. Non sarà una partita facile visto che c'è Nicola. Pensare di arrivare allo scontro diretto a -3 dall'Inter deve rappresentare uno stimolo. Fallimento quarto posto? Sarebbe fallimento anche il terzo e il secondo, solo chi vince viene considerato bravo. Mi hanno chiamato per costruire un lavoro per poter tornare nel giro di quattro anni a vincere. Abbiamo accorciato i tempi grazie al mercato di gennaio e ora faremo delle valutazioni su come si potrà migliorare la squadra".

Leggi anche: Sassuolo-Spezia 4-1

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?