Torino, 13 marzo 2018 - Una grande occasione quella che attende domani la Juventus. Quella di andare a +4 dal Napoli, vincendo il recupero con l'Atalanta, e di dare così un bello strappo in chiave Scudetto. Nonostante la rimonta in classifica e il sorpasso ai danni degli azzurri, Massimiliano Allegri invita tutti a mantenere la calma. "Siamo in testa da pochi giorni, quindi bisognerà essere bravi a non mollare l'osso, - sottolinea in conferenza stampa il tecnico bianconero - però occorre fare un passetto alla volta, perché il Napoli è lì, ha grandi possibilità di vincere lo Scudetto visto c'è ancora lo scontro diretto, e noi abbiamo molte partite difficili, quindi serve pensare a quello che succederà domani".

image

Ma che Atalanta si attende Allegri? "Le partite contro di loro sono tutte difficili, perché comunque hanno una rosa di giocatori che si equivalgono tutti e poi ha in tutti i giocatori delle caratteristiche ben precise, che sono tutti fisici e che hanno della buona tecnica - il commento dell'allenatore livornese - Quindi domani dobbiamo avere grande rispetto dell'Atalanta, come la squadra ha dimostrato di avere grande rispetto dell'Udinese, e bisogna portare a casa i tre punti attraverso una partita tecnica, tattica e soprattutto fisica". Per riuscirci, sarà fondamentale una rotazione degli uomini, anche in vista della gara di sabato prossimo in casa della Spal.

"Per quanto riguarda gli infortunati, quelli non disponibili sono Cuadrado e Bernardeschi. Vediamo Alex Sandro che ieri era un pochino affaticato e quindi valuterò oggi. Poi gli altri stanno tutti bene - chiosa Allegri - Oggi faremo l'allenamento, c'è la rifinitura prima della partita di domani e poi da lì deciderò chi mandare in campo. L'unico che rientra sicuramente è Buffon. Poi gli altri dovrò vedere in giornata. Anche perchè poi sabato abbiamo un altro match prima della sosta. Sono due sfide importanti, ora però intanto pensiamo a quella di domani. Matuidi e Pjanic di nuovo titolari? Per quanto riguarda Matuidi, aveva fatto tre partite, una dietro l'altra dopo il rientro. Tra l'altro il rientro era avvenuto prima del previsto, quindi sono stati bravi quelli dello staff che l'hanno recuperato. E Pjanic, al 99,9%, domani dovrebbe rientrare".

Chi non si tocca al momento è Dybala, mentre Higuain potrebbe osservare un turno di riposo. "Più che Dybala, che tra l'altro ha anche bisogno di giocare, devo valutare tra Higuain e Mandzukic - spiega Allegri - uno perchè ha preso un'altra botta in occasione della punizione dove poi è avvenuto il gol, e l'altro che sta meglio, sta bene. Perchè poi, ripeto, tra due giorni giochiamo un'altra partita. L'unico che momentaneamente deve fare un pochino di straordinari è Douglas Costa, ma dovrò vedere oggi, magari poi deciderò la mattina di non mandarlo in campo".