Andrea Pirlo
Andrea Pirlo

Torino, 4 dicembre 2020 - Il primo derby in panchina per Andrea Pirlo è ormai questione di ore. Per lui, che una stracittadina di Torino l'ha decisa da calciatore con un meraviglioso gol allo scadere, saranno ore comunque ricche di emozione perché "un derby è sempre un derby. Parliamo di una partita importante per tutte e due le tifoserie - dice il tecnico della Juventus alla vigilia - Ho avuto la fortuna di disputarla parecchie volte, di vincerla e di segnare. Per me è un ricordo indelebile ed è sempre una gara bella da giocare, perché ci sono dentro tante emozioni e quindi speriamo di fare una grande prestazione. Ci arriviamo bene e speriamo in queste ore di recuperare le forze dopo l'ultimo match di mercoledì sera".

Risorsa Chiesa

Rispetto al quale Pirlo dovrà rinunciare ad Alvaro Morata, squalificato. "Cercheremo di riempire l'area con giocatori diversi, magari con delle rotazioni. Con Alvaro saremmo stati più presenti, mentre con quelli che giocheranno domani cercheremo di arrivarci da fuori". Con ad esempio Federico Chiesa. "Gli chiedo tante cose e le sta facendo bene, perché è un bravo ragazzo e un grande giocatore. Non è facile esser catapultato dalla Fiorentina alla Juventus con tutte le polemiche che ci sono state - sottolinea il mister bianconero - È arrivato con tanto peso addosso e c'è voluto un po' di tempo per adattarsi e adesso piano piano sta crescendo e ha bisogno di trovare il gol per sbloccarsi mentalmente. Io gli chiedo di andare in area, perché un esterno come lui deve cercare di andare a concludere come è successo contro la Dinamo". 

"Toro ottima squadra"

Dinamo contro la quale sono arrivate le risposte che Pirlo si attendeva dopo il pareggio con il Benevento. "Assolutamente ed era importante per il nostro percorso di crescita e soprattutto per il morale dei ragazzi che avevano bisogno di fare una gara importante dove abbiamo subito pochissimo. Adesso lavoriamo con un po' più di serenità. Il Toro? È una buona squadra, costruita bene e allenata da un ottimo tecnico. Ultimamente ha cambiato il suo modo di giocare, però esprime un calcio propositivo con elementi bravi in tutte le zone del campo. Sarà un match difficile, non solo perché è un derby, ma perché i granata sono un'ottima formazione". 

Leggi anche: Dove vedere il derby