Andrea Pirlo
Andrea Pirlo

Torino, 1 marzo 2021 - "Siamo lontani dalle vetta, ma i nostri obiettivi non cambiano. Dobbiamo pensare a vincere una partita dopo l'altra perché è nelle nostre corde". Andrea Pirlo non ha nessuna intenzione di accettare l'idea che lo Scudetto sia ormai un discorso chiuso per la Juventus. Lo aveva detto prima del Verona, lo ribadisce dopo l'1-1 del Bentegodi e alla vigilia della sfida interna con lo Spezia. "Rappresenta una gara importante per noi, visto che dobbiamo riscattare il pareggio di sabato scorso e continuare a lottare per il titolo. Servirà una prestazione intensa, dando subito ritmo dal primo minuto perché sappiamo che incontreremo una squadra di grande valore. Chi pensava si trattasse di una cenerentola ha sbagliato, perché lo Spezia sta dimostrando di potersela giocare alla pari con quasi tutte".

Si rivede Morata? 

Come successo contro il Verona, Pirlo dovrà fare a meno di diversi elementi, ma a sorpresa potrebbe recuperare Alvaro Morata quantomeno per la panchina. "Oggi si è allenato un po' con noi e vedremo come starà domani per magari portarlo con noi. Scelte di formazione condizionate dalla gara di sabato con la Lazio? No, saranno in base ai giocatori che ho a disposizione. Bisogna guardare partita dopo partita e quella di domani è importante. Sicuramente ci sarà qualche ragazzo dell'Under 23 in rosa da portare in panchina o da far giocare dall'inizio. Arthur? Non c'è nessuna novità, sta continuando il suo periodo di riabilitazione. Speriamo di riaverlo il prima possibile". 

Esperimenti

Alla luce delle molte defezioni, possibile che vengano tentati alcuni esperimenti. Ma fra questi non rientra quello di schierare Federico Chiesa da seconda punta. "Chiesa non è ipotizzabile in quel ruolo, perché possiamo avere altre soluzioni e perché non abbiamo altri esterni come lui. Peraltro, sta giocando molto bene in quella posizione - sottolinea il tecnico bianconero - Cambiare il modulo? Domani fortunatamente torna Danilo che mi garantisce diverse soluzioni sia per una difesa a tre che a quattro. Con lui posso cambiare in corsa. Il 4-4-2 iniziale che abbiamo provato da inizio stagione è rimasto invariato solo in fase di non possesso, poi per il resto quando costruiamo varia di partita in partita in base anche alla squadra avversaria". 

Caso di Covid-19

Nel frattempo, la Juventus ha reso noto che "nel corso dei controlli previsti dal protocollo in vigore, è emersa la positività al Covid-19 di un componente del gruppo squadra (non calciatore) che è stato posto in isolamento. La Società è in contatto con le Autorità Sanitarie per la definizione di un’efficace attuazione dei protocolli previsti per consentire le attività di allenamento e di gara del Gruppo Squadra", fa sapere il club piemontese". 

Leggi anche: Le probabili formazioni di Juventus-Spezia