De Ligt al tiro
De Ligt al tiro

Torino, 6 marzo 2021 - Come contro lo Spezia, e come successo altre 13 volte in questa stagione, Andrea Pirlo contro la Lazio dovrà fare a meno di Matthijs de Ligt, nemmeno convocato. Solo precauzione in vista della gara fondamentale di martedì contro il Porto? Difficile da dirlo. Fatto sta che l'olandese deve fare i conti con questo "colpo rimediato contro il Verona", citando le parole di Fabio Paratici nel pre gara di Juventus-Spezia, quando il difensore si è fermato nel riscaldamento, proprio a causa del riacutizzarsi del dolore provocato dalla botta di sabato scorso. Pirlo ieri lo aveva annunciato in forse, dato che il classe '99 non si era allenato con la squadra, e alla fine ha scelto per non portarlo nemmeno con sé in panchina. 

Emergenza centrali

Un'assenza pesante, anche alla luce dell'indisponibilità di Chiellini e delle non perfette condizioni fisiche di Bonucci, che ha saltato le ultime tre uscite. E' totale emergenza per i bianconeri per quanto riguarda la zona centrale di difesa e martedì all'Allianz Stadium arriva il Porto, contro il quale sì sarà importante segnare, ma anche non incassare reti, onde evitare di complicare la missione quarti di finale. Facendo affidamento sulla tenuta di Bonucci e sul discreto stato di forma di Demiral, Pirlo dovrebbe cavarsela senza fare esperimenti o adattamenti particolari. Ma l'obiettivo è comunque quello di tentare di rimettere in sesto de Ligt, che in quest'annata ha dovuto fare i conti prima con il recupero dall'operazione alla spalla, poi con il Covid. 

Capitan futuro?

Insomma, un percorso accidentato per l'ex Ajax, che quando c'è si fa sentire eccome. E' anche grazie alla sua crescita se quella della Juventus è la miglior difesa del campionato. Pirlo è perfettamente conscio dell'importanza che riveste de Ligt per la sua squadra. Il numero 4 è il leader designato per il futuro, uno che a breve potrebbe benissimo indossare la fascia di capitano. Va da sé che rinunciare a un giocatore del genere, specie in un match senza domani come quello contro il Porto, sarebbe un duro colpo. 

Leggi anche: Speiza-Benevento 1-1