Andrea Pirlo
Andrea Pirlo

Torino, 20 marzo 2021 - Ultima fatica prima della sosta per le Nazionali per la Juventus, che domani alle 15 affronta all'Allianz Stadium il Benevento. Un appuntamento apparentemente semplice, ma guai per i bianconeri a sottovalutare l'avversario, capace all'andata di fermarli sull'1-1. La pressione sarà tutta sulle spalle dei campioni d'Italia, chiamati a vincere per accorciare momentaneamente le distanze dall'Inter capolista. "E' una partita importante perché viene prima di una sosta quindi può esserci un po' la testa alla Nazionale e ai giorni liberi - le parole di Andrea Pirlo in conferenza stampa - Questo però è già stato detto ai ragazzi. Affrontiamo una squadra che magari non sta attraversando un ottimo momento, ma che ha collezionato risultati importanti e sa stare bene in campo". 

Juve a trazione anteriore

Per far male alle Streghe, il tecnico della Vecchia Signora punterà nuovamente sull'assetto visto a Cagliari, con in campo contemporaneamente Chiesa, Kulusevski, Morata e Ronaldo. "Si mi ha convinto, ma non avevo dubbi perché l'avevamo già provato altre volte. Quando i giocatori si sacrificano nelle due fasi poi diventa tutto più facile". Niente Paulo Dybala invece per il momento. "Speriamo tutti di recuperarlo in fretta. Adesso avrà una/due settimane di tempo per potersi unire alla squadra e per averlo a disposizione dopo la sosta. Gli altri? Buffon sta meglio, vedremo se farlo partire dall'inizio. Sono fuori Ramsey, Demiral e Alex Sandro". 

"Inter fortunata"

Nonostante le assenze, la Juventus è obbligata a centrare i tre punti per mettere pressione all'Inter. "E' il nostro dovere - sottolinea Pirlo - Questa sera non giocano e noi abbiamo l'opportunità di avvicinarci. Il rinvio di Inter-Sassuolo? Noi e altre squadre siamo andati a giocare con dei contagiati. Sono state fatte delle cose diverse in questo caso rispetto ad altri. L'Inter inoltre avrà la possibilità di lavorare non mandando i calciatori in Nazionale. In questo senso sono stati fortunati".

Il futuro di CR7

Infine, non poteva mancare una battuta da parte di Pirlo su uno dei temi più caldi del momento in casa bianconera: il futuro di Ronaldo. "Cristiano ha ancora un anno di contratto quindi siamo felici che possa continuare a giocare con noi - afferma l'allenatore juventino - A livello tecnico e tattico non ci abbiamo ancora pensato perché siamo concentrati nel finire al meglio la stagione". 

Leggi anche: Bentancur si è negativizzato