Arthur Melo
Arthur Melo

Torino, 18 novembre 2020 - La prima volta in Nazionale non si scorda mai, a maggior ragione se la tua mansione principale non è quella di segnare. Arthur Melo ha firmato stanotte la prima rete della propria carriera con indosso la maglia del Brasile: un destro dal limite dell'area che non ha lasciato scampo al portiere di quell'Uruguay battuto 2-0 dai verdeoro nel match valido per la quarta giornata del girone di qualificazione sudamericano ai Mondiali del 2022. Un match coinciso con il ritorno nella lista dei convocati diramata dal commissario tecnico Tite di Arthur, che ha festeggiato nel migliore dei modi, vincendo il derby tutto bianconero con Rodrigo Bentancur

"Ho imparato tanto da Pirlo"

"Giocare con la maglia del Brasile è sempre una sensazione speciale - le parole del centrocampista della Vecchia Signora al termine della gara - Tite tratta tutti con affetto e ha un bel rapporto con i suoi giocatori. Stavo attraversando un momento difficile dove ero poco coinvolto alla Juventus. Ero triste per non essere stato convocato l'ultima volta, vuoi sempre fare parte della tua nazionale. Anche perchè la concorrenza è serrata. Poi ho fatto un ottimo lavoro alla Juventus ed è stato bellissimo tornare in nazionale. Pirlo? E’ un grande tecnico, ha grande esperienza di calcio, conosce le sensazioni e le emozioni dei giocatori dentro il campo e sta facendo un grande lavoro. Ho tanto da imparare da lui". 

Titolare contro il Cagliari?

Andrea Pirlo che può gongolare pensando alla carica di entusiasmo e autostima con cui Arthur rientrerà a Torino. L'ex Barcellona, che finora è stato utilizzato sette volte (di cui però appena tre da titolare) fra campionato e Champions League, è fra i giocatori bianconeri che escono meglio dagli impegni con le rispettive Nazionali. E contro il Cagliari, nella sfida di sabato sera all'Allianz Stadium, il classe '96 si candida per cominciare dal primo minuto. 

Leggi anche - Agnelli: "Pronti per le nuove sfide"