John Elkann e Massimiliano Allegri
John Elkann e Massimiliano Allegri

Torino, 27 maggio 2021 - Il 17 maggio 2019 Massimiliano Allegri veniva esonerato dalla Juventus dopo aver vinto cinque Scudetti, quattro Coppe Italia e due Supercoppe Italiane. Due anni e 10 giorni più tardi, il tecnico livornese è pronto a risedersi sulla panchina dei piemontesi. Niente Real Madrid, nonostante le voci delle ultime ore, né Inter, anche se Beppe Marotta ha tentato di convincerlo a diventare l'erede di Antonio Conte in nerazzurro dopo esserlo stato in bianconero. Alla fine il cuore ha portato Max a scegliere di nuovo la Vecchia Signora, che sta per salutare ufficialmente Andrea Pirlo.

I dettagli

L'ex Cagliari e Milan dovrebbe firmare un triennale da circa 10 milioni a stagione. Decisiva per la riuscita della trattativa l'ottimo rapporto con il presidente Andrea Agnelli, che ha pensato pure a un altro ritorno per sostituire Pirlo: quello di Zinedine Zidane. In volata (o come direbbe lui, "di corto muso") però l'ha spuntata Allegri, che verrà annunciato fra stasera e domani dalla società bianconera. Per la Juventus si tratta del terzo cambio di allenatore negli ultimi tre anni. Al livornese il compito di riportare Madama sul tetto d'Italia. 

Leggi anche: Inzaghi resta alla Lazio