Steven Zhang e Jindong Zhang
Steven Zhang e Jindong Zhang

Milano, 25 febbraio 2021 – Momento cruciale per l’Inter in campionato, le vittorie contro Milan e Lazio hanno lanciato i nerazzurri in vetta e in solitaria, con buon margine sia sui rossoneri che sulla Juventus che ancora deve recuperare la partita con il Napoli. Il momento, però, è cruciale anche per Suning, alle prese con la stretta agli investimenti impartita dal governo cinese e con la crisi economica dovuta alla pandemia. Oltre alla possibile dismissione dell’asset sportivo, Zhang starebbe pensando anche di cedere una parte delle quote della galassia cinese.

Jiangsu in vendita a un centesimo

Non solo Inter, infatti il primo club di cui Suning ha intenzione di privarsi è lo Jiangsu, acquistato nel 2015 e campione di Cina in carica. L’asset non è più strategico e rilevante per i parametri governativi cinesi e si cercano acquirenti, anche in fretta per non far estinguere la società. Ci sono stipendi arretrati, con conseguente sciopero al primo giorno di raduno dei giocatori e dell’allenatore, e Suning deve trovare un potenziale compratore prima che inizi la stagione. Si va di fretta, tanto che il colosso cinese è disposto a vendere la squadra a 1 centesimo a patto che il compratore si faccia carico dei debiti pregressi, circa 65 milioni, in gran parte riferiti agli stipendi dei tesserati.

Anche Suning in vendita?

 

Inter da una parte, contatti con Bc Partners e Ares ancora aperti, Jiangsu dall’altra, cessione del club a un centesimo, ma dalla Cina trapelano rumors anche sulla casa madre Suning. La famiglia Zhang starebbe infatti pensando, a fronte di una buona offerta, di cedere una parte delle quote del colosso di Nanchino, si parla in questo caso di circa il 20%. Il riferimento sarebbe all’asset legato alle infrastrutture e resta da verificare se, in caso di cessione, ci sarebbero modifiche dell’assetto sul controllo diretto dell’Inter, ora al 70% in mano a Suning e il 30% in possesso di Lion Rock. Al momento si tratta di rumors, ma ogni passo richiederà eventualmente tempo, soprattutto dal punto di vista burocratico: toccherà infatti alle autorità competenti approvare questo tipo di operazione.

Leggi anche - L'Atalanta crolla in dieci all'86' con il Real Madrid