Italia-Svezia, il gol di Lucca (Alive)
Italia-Svezia, il gol di Lucca (Alive)

Monza, 12 ottobre 2021 - Una partita dominata fino al 92', quando la Svezia pareggia i conti con Prica: sono racchiusi tutti qui i rimpianti dell'Italia Under-21, passata in vantaggio al 42' grazie alla spaccata vincente di Lucca, l'uomo attorno al quale Paolo Nicolato sta provando a costruire il nuovo corso. La frenata interna contro gli scandinavi fa male più al morale che alla classifica del Gruppo F, che vede gli azzurrini ancora pienamente in corsa per accaparrarsi la piazza più ambita: un traguardo da raggiungere cercando di migliorare nel cinismo, ingrediente clamorosamente mancato nell'amaro pomeriggio di Monza.

Italia-Svezia 1-1, rivivi la diretta

Qualificazioni all'Europeo, calendario - Classifiche

Primo tempo

L'Italia parte bene e quasi raccoglie i frutti all'8', quando Bellanova pesca sull'altro lato Vignato, che al volo chiama Brolin al miracolo. Al 13' il portiere ospite si ripete sulla conclusione di punta di Tonali, servito da una bella percussione di Udogie: gli azzurrini insistono con i tentativi dalla distanza e al 27' sono ancora necessari i guantoni di Brolin per evitare il peggio ai suoi. La Svezia esce dal torpore al 28', quando si accende un duello tra Sarr e Udogie inizialmente vinto dal numero 11 ospite: il difensore di casa poi recupera e disturba il rivale, che calcia debolmente verso Turati. L'Italia replica al 32' con Lucca, che riceve il cross basso di Colombo e tira, trovando però solo l'esterno della rete: l'asse si ripropone al 40' e stavolta il numero 9, da ottima posizione, sciupa sparando alle stelle. Il terzo tentativo arriva al 42' ed è quello buono, con Lucca che con una spaccata volante spedisce nel sacco il tiro-cross di Rovella.

Secondo tempo

Al 52' l'assist man è ancora il numero 10, che in scivolata serve Colombo, il cui mancino non ha tuttavia la giusta precisione. La Svezia replica al 57' con Elanga, che con una botta dalla distanza sfiora il bersaglio grosso: la stessa sorte tocca al 68' alla conclusione (stavolta deviata) del neo entrato Walemark. L'Italia soffre ma al 70' potrebbe chiudere la contesa in contropiede: Colombo apparecchia per la galoppata di Rovella che, a tu per tu con Brolin, si fa ipnotizzare. Ne scaturisce un corner sul quale proprio il numero 7, di testa, va a un soffio dal raddoppio. All'83' il gol lo sfiorano gli ospiti con il colpo di testa di Prica su cross di Holm, una spina nel fianco per gli azzurrini, che in pieno recupero mancano ancora una volta il colpo del ko con Colombo. Gol sbagliato, gol subito e così al 92' Prica pareggia i conti con un tap-in di testa su imbeccata del solito Holm, servito sul filo del fuorigioco: una doccia gelata per la banda Nicolato, costretta a mangiarsi le mani per le tante chance sciupate in attacco.

Tabellino

ITALIA (4-3-3): Turati; Bellanova (45' st Ferrarini), Lovato, Okoli, Udogie; Tonali, Esposito, Rovella; Colombo (37' st Cancellieri), Lucca (38' st Piccoli), Vignato. In panchina: Russo, Pirola, Calafiori, Cambiaso, Ranocchia, Mulattieri. Allenatore: Nicolato. 

SVEZIA (4-4-2): Brolin; Holm, Tolinsson, Vagic, Kahl; Nygren (12' st Walemark), Gigovic (27' st Gustavsson), Hussein, Elanga; Sarr (27' st Prica), Al Hajj. In panchina: Tornqvist, Carlen, Elie, Svensson, Ali, Nanasi. Allenatore: Asbaghi. 

Arbitro: Carvalho Nobre (POR). 

Reti: 42' pt Lucca, 47' st Prica. Note: serata serena, terreno in buone condizioni. Ammoniti Tolinsson, Bellanova, Tonali, Lucca, Holm, Elonga. Angoli 7-7. Recupero: 1'; 5'. 

Leggi anche - Under-21, Bosnia-Italia 1-2: decidono Okoli e Vignato