Italia-Olanda 1-1, l'esultanza di Lorenzo Pellegrini dopo il gol (Ansa)
Italia-Olanda 1-1, l'esultanza di Lorenzo Pellegrini dopo il gol (Ansa)

Bergamo, 14 ottobre 2020 - Si chiude sull'1-1 la quarta giornata di Nations League dell'Italia che a Bergamo non va più in là del pareggio con l'Olanda. Dopo la sconfitta subita nella gara d'andata, gli orange strappano un punto agli azzurri. Ad un primo tempo piuttosto divertente segue una seconda frazione di gioco non troppo entusiasmante, dove entrambe le squadre hanno pensato più a non subire che a proporre gioco offensivo. L'Italia lascia il primo posto del girone alla Polonia, che ha battuto 3-0 la Bosnia-Erzegovina.

Primo tempo 

Mancini schiera il 4-3-3 con la coppia centrale della Juventus Bonucci-Chiellini, in attacco conferma Chiesa e Pellegrini e sceglie Immobile come punta centrale. De Boer opta per il 3-5-2, Frenkie de Jong in cabina di regia e Luuk de Jong e Depay in avanti. L'Italia inizia con buon piglio e già dopo un quarto d'ora trova il gol del vantaggio. Barella sorprende con un filtrante la difesa olandese, Pellegrini si infila e dopo un ottimo stop batte in uno contro uno Cillessen. Azzurri sopra per 1-0 al 16'. Pochi minuti dopo, al 22', Immobile viene imbeccato in area e da posizione defilata impegna il portiere avversario, che respinge in tuffo il diagonale dell'attaccante della Lazio. Gli ospiti pareggiano, un po' a sorpresa, al minuto 25. Blind penetra con troppa facilità a sinistra e con un cross basso pesca Depay nel cuore dell'area; l'attaccante calcia, il pallone impatta su van de Beek che si trovava sulla traiettoria e rimane lì a disposizione del centrocampista del Manchester United. E' lui stesso ad essere svelto nello girarsi e bucare Donnarumma a pochi passi dalla porta. L'Italia accusa psicologicamente la botta del pari e soffre i cross verso de Jong, che sembra riuscire a trovare sempre lo spazio giusto per staccare di testa. Al 39' gli Azzurri tirano fuori la testa con due iniziative degli esterni, Spinazzola prima e D'Ambrosio poi. Entrambi provano a calciare verso la porta avversaria, il primo defilato sulla sinistra e il secondo da oltre venti metri, ma Cillessen dice di no a tutti e due. 

Leggi anche: Juventus-Napoli, la decisione del giudice sportivo

Secondo tempo

La ripresa parte in equilibrio, con l'Olanda che sembra comunque potersi rendere pericolosa in ogni momento. La prima opportunità della seconda frazione di gioco la crea Depay, che piazza il destro nell'angolino basso. Donnarumma si distende e con un miracolo devìa in angolo. Sul contropiede Hateboer sbaglia clamorosamente un retropassaggio semplice, Immobile arriva prima sul pallone e si divora la chance più grande della sua partita. Il match diventa molto fisico, combattuto a metà campo ma anche privo di grandi emozioni. Entrambe le squadre non trovano il varco giusto per sbloccare la partita, che termina sul punteggio di 0-0.

Italia-Olanda 1-1, il tabellino

ITALIA (4-3-3): Donnarumma; D'Ambrosio, Bonucci, Chiellini, Spinazzola; Verratti (10'st Locatelli), Jorginho, Barella; Chiesa (10'st Kean), Immobile, Pellegrini (27'st Florenzi). In panchina: Sirigu, Cragno, Mancini, Caputo, Berardi, Sensi, Biraghi, Acerbi, El Shaarawy. Allenatore: Mancini.

OLANDA (4-3-3): Cillesen; Hateboer, de Vrij, van Dijk, Ake'; van de Beek, F. de Jong, Blind (32'st Veltman); Wijnaldum, L. de Jong, Depay (47'st Babel). In panchina: Krul, Bizot, Berghuis, Promes, Wijndal, Koopmeiners, Malen, Strootman, Stengs, Dumfries. Allenatore: de Boer.

ARBITRO: Taylor (Gbr).

RETI: 16' pt Pellegrini, 26' pt van de Beek.

NOTE: serata serena, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Verratti, D'Ambrosio, Kean. Angoli: 4-9. Recupero: 3'; 3'.