24 mar 2022

Italia choc, fuori dai Mondiali: battuta dalla Macedonia del Nord

A Palermo un gol segnato dagli ospiti al 92' condanna gli azzurri. Mancini: "La mia più grande delusione". Chiellini: "Spero il ct continui". Nell'altra semifinale Portogallo ok : 3-1 alla Turchia

giusy annamaria d'alessio
Sport
Italy's forward Ciro Immobile reacts during the 2022 World Cup qualifying play-off football match between Italy and North Macedonia, on March 24, 2022 at the Renzo-Barbera stadium in Palermo. (Photo by Alberto PIZZOLI / AFP)
Italia, Ciro Immobile (Ansa)

Palermo, 24 marzo 2022 - Ci risiamo: ancora una volta i playoff per i Mondiali non sorridono all'Italia, che viene eliminata dalla Macedonia del Nord dopo un assedio tanto lungo quanto inutile. Gli azzurri dominano sul campo ma di fatto non riescono mai a pungere dalle parti di Dimitrievski, che in un modo o nell'altro salva i suoi che, a sorpresa, al 93' passano al primo affondo: a beffare Donnarumma con una rasoiata dalla distanza è Trajkovski, che consegna ai macedoni il pass per la finalissima, dove ad attenderli c'è il Portogallo, che intanto ha liquidato per 3-1 la Turchia.

Le pagelle dell'Italia - di Paolo Franci

La delusione degli azzurri (Ansa)
La delusione degli azzurri (Ansa)

Primo tempo

Il primo squillo azzurro arriva al 4', quando Emerson Palmieri con una conclusione a giro dal limite sorvola non di molto la traversa. L'Italia assedia la Macedonia del Nord e colleziona diversi corner: al 24' proprio dalla bandierina gli ospiti pasticciano nel disimpegno ma i padroni di casa non riescono ad approfittarne. Il copione si ripete al 30', quando Dimitrievski serve involontariamente Berardi, che grazie il portiere macedone con una conclusione debole e centrale. Dimitrievski si riscatta un giro di lancette dopo volando per deviare la conclusione dal limite di Immobile: il capitano di giornata dell'Italia è il più attivo dei suoi e al 37' sfiora la rete in mischia. Poco dopo tocca a Insigne far lavorare Dimitrievski, che salva la porta ospite ed esulta come se avesse realizzato un gol. A ridosso del duplice fischio è invece Musliu con il corpo a sventare l'ennesimo pericolo creato da un generoso ma poco pungente Immobile.

Secondo tempo

All'alba della ripresa è Berardi a cercare di scardinare il fortino macedone: nel primo caso Dimitrievski para in due tempi, nel secondo il portiere ospite può solo osservare la sfera sfiorare l'incrocio dei pali. Il numero 11 insiste e al 59' fa tutto bene tranne la conclusione, divorandosi da ottima posizione la chance per sbloccare il match. Berardi non si arrende al destino e ci riprova al 63' dopo aver raccolto un ottimo suggerimento di Verratti: Alioski da zero metri manda la palla in corner. Al 65' Dimitrievski va ancora in difficoltà su un tiro-cross di Immobile: il portiere macedone si riscatta poco dopo sull'incornata di Bastoni da calcio d'angolo. Al 73' la botta di Florenzi viene deviata da Ashkovski: dalla bandierina Mancini di testa spara alle stelle. Ci provano anche i neo entrati Raspadori (fuori Insigne) e Pellegrini (subentrato a Immobile). Al 93' riesce invece tutto a Trajkovski, che con una rasoiata dal limite beffa Donnarumma e l'intera Italia, che salta il secondo Mondiale consecutivo.

Mancini: la più grande delusione

"Come a luglio è stata la cose più bella accadutami a livello personale questa è la più grande delusione. Stasera è successa una cosa incredibile. Non dovevamo esserci, La partita abbiamo fatto di tutto per vincerla, ma certe gare sono così".Queste le parole del ct dell'Italia, Roberto Mancini, ai microfoni Rai. "Il gol al 90' sembra fosse stato apposta. Non so cosa dire. Mi spiace molto per i giocatori. Il mio futuro? La delusione è troppo grande per parlarne. Comunque sono sicuro che la squadra ne abbia uno grande".

Italia, il ct Roberto Mancini (Ansa)
Italia, il ct Roberto Mancini (Ansa)

L'Italia, Mancini e quel gioco di prestigio durato tre anni

Italia, Gravina: "Nazionale vista come fastidio dai club"

Chiellini: spero Mancini continui

"Difficile da spiegare, c'è grande delusione - ha detto il capitano azzurro Giorgio Chiellini alla Rai -. Anche oggi abbiamo fatto una buona partita, ci è mancato di segnare. Non siamo stati presuntuosi, ci è mancato qualcosa. Abbiamo fatto degli errori da settembre ad oggi e li abbiamo pagati. Sono orgoglioso dei miei compagni, che anche oggi hanno dato tutto. Siamo, affranti, delusi. Dobbiamo ripartire, ma rimarrà dentro di noi un grande vuoto che spero possa dare energia per ripartire. Mi auguro ancora con il mister che è imprenscindibile per questa Nazionale".

Under 21, Montenegro-Italia: orario e dove vedere la sfida

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?