Roberto Mancini parla con Federico Chiesa (Ansa)
Roberto Mancini parla con Federico Chiesa (Ansa)

Reggio Emilia, 7 settembre 2021 - Turnover programmato per Roberto Mancini in vista di Italia-Lituania. Dopo i passi falsi contro Svizzera e Bulgaria, la Nazionale domani, mecoledì 8 settembre, deve vincere contro il fanalino di coda del gruppo C di qualificazione ai Mondiali di Qatar 2022 e sperare in buone notizie provenienti da Belfast, dove gioca la Svizzera, diretta concorrente per il primo posto, contro l'Irlanda del Nord. La sterilità offensiva evidenziata dagli Azzurri negli ultimi centottanta minuti ha sollevato dubbi sull'attacco e spingerà Mancini, in una partita sulla carta senza storia, a tanti cambi e a esperimenti proprio là davanti. Per l'Italia fondamentale girare a quota 14 punti in classifica in vista della finestra successiva di incontri, nella quale gli Azzurri, impegnati nella semifinale di Nations League, non giocheranno, mentre la Svizzera scenderà in campo due volte.

Italia-Lituania: emergenza infortuni. Formazioni e tv. Diretta

Sommario

Mancini

Roberto Mancini, nella conferenza stampa della vigilia, non ha nascosto la necessità di cambiare uomini complice il fattore stanchezza: "Se potessi non considerare che ci sono sei giocatori che hanno giocato sia contro la Bulgaria che contro la Svizzera, lo farei". Pronti quindi turnazioni in tutti i reparti, specie a centrocampo dove sono pronti Pessina e Sensi, ma occhio anche a Bernardeschi: "Sensi ora sta bene - ha detto il ct -. Ha chance di giocare, così come Bernardeschi. Pessina? E' una possibilità al posto di Barella che è diffidato". Mancini ha anche ribattuto alle critiche rivolte a Immobile: "Parliamo sempre di lui, mi sembra di tornare ai tempi di Balotelli. Ciro non si deve preoccupare. In Italia siamo abituati a trovare sempre un colpevole per tutto. Immobile non è un problema. Dobbiamo fare le cose con più precisione. Abbiamo le spalle grande per sopportare le critiche".

Italia-Lituania: le probabili formazioni

Per la sfida del Mapei Stadium di Reggio Emilia, Mancini rivoluziona dunque la formazione in vista della terza gara in otto giorni. Hanno lasciato anticipatamente il ritiro Verratti e Pellegrini, entrambi per problemi fisici; alla vigilia non si sono allenati né ImmobileZaniolo. Il ct cambia tutto il centrocampo con Locatelli, Sensi e Pessina titolari. Pronta la soluzione con il lancio di Raspadori dopo che Insigne ha dovuto lasciare il ritiro per motivi personali.

Italia (4-3-3): Donnarumma; Toloi, Acerbi, Bastoni, Biraghi; Locatelli, Sensi, Pessina; Chiesa, Raspadori, Bernardeschi. Allenatore: Mancini.
Lituania (4-2-3-1): Setkus; Lasickas, Satkus, Utkus, Baravykas; Megelaitis, Simkus; Novikovas, Cernych, Kazlauskas; Dubickas. Allenatore: Razanauskas.
Arbitro: Pawson (Inghilterra).

Dove vedere in tv Italia-Lituania

Italia-Lituania sarà visibile in diretta tv su Rai 1 a partire dalle 20.45. Attiva anche l'opzione streaming grazie a RaiPlay: Italia-Lituania sarà quindi live anche su computer, smartphone e tablet.