L'Italia affronterà a Parma il Liechtenstein
L'Italia affronterà a Parma il Liechtenstein

Roma, 25 marzo 2019 - Dopo la vittoria di Udine contro la Finlandia, l'Italia di Roberto Mancini cerca il bis contro il Liechtenstein per dare continuità a un grande avvio di qualificazione verso gli Europei del 2020. Si torna in campo appena tre giorni dopo, con qualche assenza in più dovuta agli infortuni di El Shaarawy e Piccini che si sono aggiunti a quelli di Florenzi e Chiesa, ma con la convinzione di poter trovare un'altra vittoria che sarebbe importantissima visto che Bosnia e Grecia si sfideranno a Sarajevo e non potranno vincere entrambe.

Si giocherà allo stadio Ennio Tardini di Parma, che riaccoglie la Nazionale dopo cinque anni con l'opportunità di vedere un'altra grande partita dopo le ottime prove viste con Roberto Mancini in panchina. La diretta tv sarà alle 20.45 di martedì con diretta su Rai Uno e Rai Uno HD.

Per quanto concerne le formazioni l'Italia non dovrebbe cambiare sistema di gioco: davanti a Donnarumma difesa a quattro con la novità Spinazzola a destra per sostituire l'infortunato Piccini, Romagnoli possibile alternativa a Chiellini e confermato Biraghi a sinistra. A centrocampo Jorginho potrebbe non partire titolare, visto che Mancini sembra intenzionato a far giocare Stefano Sensi, considerato il suo perfetto alter ego; ci saranno invece sia Verratti che Barella ai suoi fianchi per favorire il possesso palla ragionato che tante soddisfazioni sta dando all'Italia. 

Davanti Kean dovrebbe partire sull'esterno per lasciare spazio a Quagliarella nel ruolo di centravanti; Bernardeschi, nuovo numero 10 di questo corso, partirà sull'altra fascia dopo aver giocato da titolare anche contro la Finlandia.

Queste le probabili formazioni di Italia e Liechtenstein

Italia (4-3-3): Donnarumma; Spinazzola, Bonucci, Romagnoli, Biraghi; Verratti, Sensi, Barella; Moise Kean, Quagliarella, Bernardeschi. 

Liechtenstein (4-1-4-1): B.Büchel; Wolfinger, Kaufmann, Goppel, Rechsteiner; S.Wieser; Hasler, Polverino, M.Büchel, Salanovic; Gubser.