Manuel Locatelli contro l'Irlanda del Nord (Ansa)
Manuel Locatelli contro l'Irlanda del Nord (Ansa)

Parma, 25 marzo 2021 - La ferita della mancata qualificazione al Mondiale del 2018 fa ancora male e così l'Italia cerca di evitare lo stesso errore partendo forte nella caccia a un pass per Qatar 2022 al cospetto dell'Irlanda del Nord: la missione agli azzurri riesce in particolare nella frazione iniziale, quando prima Berardi e poi Immobile - che rompe un lungo digiuno con la maglia della Nazionale - mettono a referto il 2-0 che si rivelerà poi definitivo complice una seconda frazione a ritmi più blandi. Domenica 28 marzo a Sofia contro la Bulgaria (oggi stesa dalla Svizzera) l'Italia dovrà confermare quanto di buono fatto vedere al Tardini e magari cercare una maggiore continuità nell'arco dei 90'.

Primo tempo

L'Italia parte bene tenendo il controllo del gioco ma per vedere un'azione pericolosa bisogna aspettare il 12', quando Florenzi cerca e trova Immobile con un gran lancio dalla sinistra: la punta della Lazio colpisce male la sfera, che termina docile tra le braccia di Peacock-Farrell. Quest'ultimo è invece battuto al 14' da Berardi, che riceve ancora dal terzino del PSG e buca il portiere ospite sul suo palo con un mancino potente e preciso. L'esterno del Sassuolo al 17' si traveste da assistman per Immobile, che va a caccia del raddoppio con una botta di prima che stavolta viene intercettata da Peacock-Farrell in uscita. Al 20' il protagonista è ancora uno scatenato Berardi, che trova la testa di Emerson Palmieri, la cui incornata finisce sul fondo non di molto. L'Italia prova poi a sfondare con i tentativi dalla distanza: i protagonisti sono a ripetizione Insigne e Florenzi, ma né l'attaccante del Napoli (parata facile di Peacock-Farrell) né il terzino del PSG (tiro fuori bersaglio) hanno fortuna. I ritmi calano leggermente e l'Irlanda del Nord comincia a mettere con più frequenza la testa fuori dalla propria metà campo. Ciononostante sono ancora gli azzurri a trovare la via della rete: è il 40' e il protagonista è Immobile, che capitalizza una ripartenza orchestrata da Insigne con una rasoiata potente sul primo palo che sorprende ancora Peacock-Farrell.

Secondo tempo

L'Irlanda del Nord cerca di riaprire subito il match con Whyte, che riceve da Magennis e al volo colpisce solo l'esterno della rete. La replica dell'Italia arriva al 51' sull'asse ex Pescara: sugli sviluppi di un calcio di punizione Verratti e Insigne dialogano, con quest'ultimo che apparecchia per l'incornata fuori misura di Immobile. Gli ospiti non si danno per vinti e tra il 56' e il 57' sfiorano la rete prima con Whyte e poi con Smith: in entrambi i casi è bravissimo Donnarumma, che rimedia così anche a un grave errore in fase di costruzione di Locatelli. Il portiere azzurro è attento anche al 71' sul guizzo di Magennis che rischia di rendere letale per l'Italia un cross arrivato dalla sinistra: all'83' a provarci è Davis ma l'esito è il medesimo. All'89' l'Italia rischia di farsi male da sola con la costruzione dal basso: la palla arriva a McNair che manda alle stelle una sorta di rigore in movimento. Gli azzurri replicano con Immobile, servito nello spazio da Spinazzola: la punta della Lazio supera Peacock-Farrell ma poi centra solo l'esterno della rete. I ruoli si invertono in pieno recupero, ma neanche l'esterno della Roma, così come poi Chiesa, riesce a trovare il tris: poco male perché l'Italia vince e convince, soprattutto per quanto visto in un primo tempo impreziosito dalle reti di Berardi e Immobile.

Leggi anche: Europei Under-21, Repubblica Ceca-Italia 1-1: Scamacca non basta