Milena Bertolini
Milena Bertolini

Viborg (Danimarca), 1 dicembre 2020 - La Nazionale femminile torna dalla Danimarca con in tasca un punto che può valere oro in ottica qualificazione agli Europei in programma nel 2022. In casa delle vicecampionesse in carica, sempre vittoriose finora nel gruppo B (all'andata era finita 3-1 per le scandinave), le azzurre strappano uno 0-0 che le mette nella condizione di poter sperare fino all'ultimo di chiudere fra le tre migliori seconde classificate. Un traguardo questo che permetterebbe all'Italia di accedere alla manifestazione continentale senza dover passare dai playoff. Per raggiungerlo servirà battere con lo scarto maggiore possibile Israele, così da chiudere con una miglior differenza reti rispetto alle altre selezioni in corsa. La gara decisiva verrà disputata nei primi mesi del 2021. 

"Prestazione importante"

"Sono contenta perché le ragazze hanno messo in campo tutta la loro qualità – il commento a fine partita del commissario tecnico Milena Bertolini – Siamo entrate in campo con un atteggiamento diverso rispetto all’andata, giocando da squadra, tenendo le giuste distanze tra i reparti e aiutandoci per tutti i 90 minuti. Quando ci riusciamo, possiamo mettere mettere in difficoltà tutte le avversarie. È stata una gara importante non solo per il risultato, ma anche per il nostro percorso". Padrone del campo per lunghi tratti dell'incontro, la Danimarca ha tuttavia sbattuto su una Giuliani sempre esemplare e sulla traversa, colpita da Harder. Al 70' anche una bella chance per l'Italia, con Bonansea fermata in uscita da Christensen. 

Il tabellino

Danimarca-Italia 0-0

Danimarca 4-4-2): Christensen; Andersen (88’ Thomsen), S. Pedersen, Sevecke, Svava (74’ Holmgaard); Sorensen (88’ Thogersen), Troelsgaard, J. Pedersen, Snerle (74’ Moller); Madsen (58’ Christiansen), Harder. A disp.: Thisgaard, Larsen, Holdt. Ct: Sondergaard.

Italia (3-5-2): Giuliani; Gama, Fusetti, Bartoli; Bergamaschi, Galli (57’ Girelli), Caruso (72’ Rosucci), Cernoia, Bonansea; Giugliano, Giacinti (90’ Cantore). A disp.: Aprile, Baldi, Di Guglielmo, Linari, Tucceri Cimini, Boattin, Mascarello, Tarenzi, Sabatino. Ct: Bertolini.

Arbitro: Hussein (Ger). Assistenti: Biehl (Ger) e Joos (Ger). IV Ufficiale: Wildfeuer.

Note – Ammonite: Girelli, J. Pedersen, Sevecke, Troelsgaard, S. Pedersen.







Leggi anche: Juventus-Dinamo Kiev, per la prima volta arbitra una donna in Champions