Carlo Cottarelli
Carlo Cottarelli

Milano, 28 giugno 2021 – Prende sempre più quota il progetto Interspac lanciato da Carlo Cottarelli. Una sorta di azionariato popolare per aiutare l’Inter e generare maggior ricavi per il club. Da qualche giorno è online il questionario che tifosi dell'Inter, e non, possono compilare, poi partirà la cosiddetta seconda fase che prevederà anche il reperimento delle risorse. Si parla di quote di 500 o 1.000 euro come base di partenza. Ne ha parlato proprio Carlo Cottarelli, presidente di Interspac, a Radio Rai.

Suning è informata


L’idea non è recente, anzi ha due anni e mezzo ma solo ora sta muovendo i primi concreti passi. E anche la proprietà dell’Inter ora guarda con interesse al progetto: “Sono cambiate molte cose da due anni fa – le parole di Cottarelli – Dal punto di vista sportivo l’Inter è andata bene, da quello finanziario no. Vogliamo aiutare la proprietà, cosa c’è di più bello che aiutare il proprio club?”. Nulla, infatti la prima risposta è molto buona: oltre 50mila questionari compilati: “Nei primi due giorni siamo arrivati a 55mila questionari e vedremo dove arriveremo – l’analisi di Cottarelli – Quota di entrata di 500 euro? Ci sono diverse possibilità e dobbiamo ancora prendere una decisione, per ora siamo solo alla prima fase”. Poi c’è la proprietà dell’Inter, che è informata dell’iniziativa: “Abbiamo informato la società e devo dire che sta seguendo la cosa con interesse. In generale ci vorranno settimane per capire fino a dove potremo spingerci e i risultati arriveranno entro il 21 luglio”. Ma c’è un sogno che Interspac vuole inseguire con forza, perché oltre agli artisti come Vecchioni o personaggi noti come Bonolis, Ligabue e Mentana, la nuova società punta al bersaglio grosso Valentino Rossi: “Il Dottore? Siamo in contatto con il suo agente e spero accetti”, le parole di Cottarelli. Per quanto riguarda i dividendi da distribuire in futuro, per ora il presidente non si sbottona più di tanto: “Credo ci potranno essere ma non penso che i tifosi lo facciano per questo. La cosa importante è non perderci e noi non proponiamo un finanziamento a fondo perduto”.

 

Leggi anche - Italia-Belgio, azzurri in ginocchio prima del match