Zhang Jindong
Zhang Jindong

Milano, 6 luglio 2021 – La famiglia Zhang sta riorganizzando i propri asset, probabilmente a causa della crisi pandemica. Se per il momento non sono in programma cessioni societarie in casa Inter, il prestito di Oaktree dà fiato alle casse e per una eventuale vendita se ne riparlerà tra un anno, il colosso Suning ha necessità di fare cassa e la famiglia Zhang ha deciso di sacrificare alcune quote di Suning.com.

Cessione del 16.96%

Non ci sono impatti sull’Inter, ma la famiglia Zhang ha deciso di privarsi di alcune quote del colosso Suning. In Cina è stato creato un fondo statale chiamato New Retail Fund, con partecipazioni dalla provincia di Jiangsu e dalla città di Nanchino, ma anche con il coinvolgimento di importanti società cinesi. Il fondo ha un valore di circa 8.8 miliardi di yuan, cioè un miliardo di euro, e vede al suo interno Tcl, Alibaba, Xiaomi e Haier. L’intesa tra Suning.com e il New Retail prevede la cessione del 16.96% delle quote, una strategia di sviluppo che comunque prevede un semestre di perdita di almeno 2.5 miliardi di yuan. L’operazione permette un supporto finanziario in piena crisi pandemica e riduce il peso della famiglia Zhang nella holding. Questa cessione comunque non avrà ripercussioni sulle quote dell’Inter, che restano in mano a Suning ma sono comunque in pegno a Oaktree nel caso i cinesi non restituissero il prestito nei tempi e condizioni prestabiliti. La cessione del 16.96% delle quote di Suning.com arriva dopo la mancata cessione del 20% con Shenzhen. Capitolo mercato, dall’Olanda si continua a parlare di Dumfries come possibile sostituto di Achraf Hakimi. I media olandesi rilanciano la pista Inter, con il Psv che avrebbe dato il permesso al giocatore di dialogare con altri club a patto che venga presentata una offerta convincente. Al momento il costo di Dumfries supera i 20 milioni di euro: troppi per l’Inter.

Leggi anche - Juventus, Sarri: "Scudetto dato per scontato"