22 gen 2022

Dzeko al 90', l'Inter batte in rimonta il Venezia 2-1

Una incornata del bosniaco regala tre punti in rimonta all'Inter: un coriaceo Venezia si arrende solo al 90'

manuel minguzzi
Sport
Inter Milan�s Edin Dzeko jubilates after scoring goal of 2 to 1  during the Italian serie A soccer match between FC Inter  and Venezia at Giuseppe Meazza stadium in Milan, 22 January  2022.
ANSA / MATTEO BAZZI
Inter-Milan, la gioia di Dzeko

Milano, 22 gennaio 2022 - Gli ultimi minuti di gioco sono dell'Inter. La Supercoppa con la Juve, la Coppa Italia con l'Empoli e stasera con il Venezia. Edin Dzeko regala tre punti importantissimi nella lotta Scudetto con un gol prezioso quanto decisivo al 90' per battere in rimonta il Venezia, passato in vantaggio con Henry prima del pari di Barella. L'Inter consolida la classifica con cinque punti sul Milan che affronta domani la Juve.

Henry gela San Siro


Poche novità per Inzaghi, davanti ci sono Dzeko e Lautaro, a destra Darmian. Venezia con Okereke ed Henry coppia offensiva. L'Inter parte col piglio giusto, cioè quello della big che vuole mettere le cose in chiaro e già dopo pochi minuti c'è una girata mancina di Dzeko su cross di Barella, Lezzerini è attento. Poi i nerazzurri perdono la retta via, mancano progressivamente di ritmo e qualità e il Venezia mette fuori la testa. Al 19' il gol: cross perfetto di Ampadu per la zuccata vincente di Henry. Il perno dell'attacco sembra in stato di grazia e mette in grande difficoltà Bastoni, ammonito. Abdica il flessore di Vacca, dentro Fiordilino, ma l'Inter non trova sbocchi. Serve un episodio o una giocata, la sforna al 40' Darmian che pennella per il mancino di Perisic, deviazione di Lezzerini ma c'è Barella ben appostato, 1-1. C'è un check del Var per un braccio alto di Dzeko su duello aereo con Modolo, ma si decide per la regolarità. All'intervallo è 1-1.

 

Dzeko allo scadere

 


L'Inter riparte con l'idea di arrembare e trovare il vantaggio in tempi rapidi, ma manca un po' di precisione negli ultimi metri, con la fase di rifinitura insufficiente per fare male a Lezzerini. Occasionissima ad inizio ripresa: punizione Calhanoglu, testa De Vrji, Lezzerini imperfetto ma Dzeko non ne approfitta da due passi. Il Venezia non disdegna qualche sortita in contropiede e poco dopo trova un diagonale mancino di Okereke, Handanovic è attento. L'Inter ci prova soprattutto dai piazzati: punizione di Dimarco dal limite, Lezzerini sventa. Dumfries, Sanchez e Vidal per cambiare le sorti della partita, ma il Venezia resiste e lo fa bene senza tanti affanni. Ma l'Inter è la capolista, soprattutto è la squadra dell'ultimo minuto. Al 90' spaccato cross morbido di Dumfries, scelta vincente di Inzaghi, e zuccata imparabile di Dzeko. I 5mila di San Siro possono esultare. Il finale non riserva un'altra sorpresa, il Venezia si arrende dopo una bella partita mentre l'Inter si gode il più cinque momentaneo sul Milan con la partita di Bologna da recuperare. Vincere senza incantare è il grande marchio di fabbrica delle grandi.

 

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?