Joaquin Correa (Ansa)
Joaquin Correa (Ansa)

Milano, 31 ottobre 2021 - L'Inter va grazie al tucu Correa. L'argentino decide il lunch match con l'Udinese con due splendidi gol nella ripresa. Primo tempo difficile per i nerazzurri, anche se Silvestri è tra i migliori in campo, poi l'argentino cambia passo e partita:2-0. Nerazzurri ancora in lotta per lo Scudetto.

Silvestri salva


Simone Inzaghi lascia a riposo de Vrij e Lautaro, dentro Ranocchia e Correa, mossa azzeccata, Gotti si affida al solito Beto davanti. Primo tempo difficile per l'Inter al cospetto della solita quadrata Udinese. La prima occasione è ospite con un destro di Stryger controllato da Handanovic, poi sale in cattedra Silvestri. Il portiere bianconero mura due volte di piede su Barella, che ci prova anche da lontano, palla di poco alta, mentre su una sponda di Ranocchia Dzeko arriva un pizzico in ritardo. Ci sono occasioni per l'Inter ma il gioco non è fluido come dovrebbe essere per accerchiare una Udinese compatta e solida. All'intervallo il risultato è zero a zero, frutto di una Inter che avrebbe potuto fare meglio e di una Udinese che ha impostato i suoi ritmi alla gara. In campo anche uno spento Correa, che magari in tanti avrebbero tolto.

 

Doppio Correa

 


Invece Simone Inzaghi ha resistito alla tentazione e ci ha visto giusto. Si scalda Lautaro Martinez a bordo campo ma il tecnico concede fiducia al tucu e al 60' lo ripaga: filtrante di Bastoni, velo di Perisic, si invola Correa che ne salta due e trafigge Silvestri. Boato a San Siro. Ci si attende una reazione friulana, invece è l'Inter a volare sulle ali dell'entusiasmo, anche se Silvestri riesce in un miracolo su conclusione ravvicinata di Dzeko. Ma il gol è nell'aria, arriva poco dopo quando sempre Correa trova la traiettoria giusta dai quattordici metri per battere un incolpevole Silvestri. Sul due a zero la partita sembra in ghiaccio, dentro Sanchez e Vidal con quest'ultimo che subito sfiora la marcatura dal limite. Inzaghi concede dieci minuti di rodaggio a Lautaro in vista di Tiraspol, ma l'Udinese ha un moto di orgoglio nel finale. Deulofeu ci prova da posizione angolata, schiaffo di Handanovic in angolo. Poco dopo c'è un mucchio selvaggio in area nerazzurra, l'Udinese prova quattro concluiioni ravvicinate, tutte murata, tranne l'ultima di Deulofeu che va in rete, ma c'è posizione irregolare a monte di Udogie. Tutto annullato. L'Inter allora prova ad addormentare nel finale la partita, e tutto sommato ci riesce. I tre punti sono in cascina, la lotta Scudetto ancora aperta. Ora lo Sheriff.

Leggi anche - Dove vedere Roma-Milan