Tronchetti Provera
Tronchetti Provera

Milano, 24 maggio 2021 – Pirelli non sarà più sponsor di maglia dell’Inter ma resterà al fianco di Suning e della famiglia Zhang a sostegno del club. Un binomio che va avanti da oltre 25 anni e che proseguirà con altri modi. Il presente è luminoso, c’è grande felicità per lo Scudetto vinto, ma ora sarebbe un peccato interrompere il progetto appena nato con Antonio Conte. E’ questo il pensiero dell’Ad del noto colosso degli pneumatici Marco Tronchetti Provera.

Sarebbe un peccato fermarsi


Si attende il colloquio tra Steven Zhang e Antonio Conte per provare a porre le basi sul futuro. C’è uno Scudetto vinto, un secondo posto, una finale di Europa League, una serie di giocatori che hanno già dichiarato di voler restare e un progetto appena nato e che promette molto bene. Si spera di continuare assieme. Per Tronchetti Provera, infatti, sarebbe un peccato fermarsi ora: “Non faccio previsioni, nel mondo del calcio si viene spesso smentiti – le parole di Tronchetti a Gr Parlamento – Ma Conte ha fatto un lavoro straordinario e sarebbe un peccato fermare tutto a metà percorso. Davanti ci sono due obiettivi, la seconda stella e la Champions, e la proprietà può provare a spingere per tenere l’allenatore”.

Bravo Steven Zhang


C’è poi il lavoro della proprietà cinese, capace di rilanciare la squadra ad alti livelli, prima tornando in Champions, poi sfiorando una impresa europea e infine regalando il diciannovesimo Scudetto. Anche Tronchetti Provera ha parole al miele per il presidente Steven Zhang: “Dovrà trovare un punto di equilibrio con l’allenatore – la chiosa del manager – Steven ha dimostrato di essere un ragazzo in gamba e ha scelto le persone giuste per non avendo esperienza nel calcio italiano. La scelta di Marotta, poi quella di Conte, tutto è andato per il meglio ed è rimasto vicino alla squadra con determinazione e passione. I risultati non giungono mai per caso”. Infine, un pensiero sul prestito ponte: “Il finanziamento è una ottima notizia”. Ora la partita passa da Zhang a Conte: il futuro è oggi.

Leggi anche - Europei 2021, ultimi dubbi per Mancini

MANUEL MINGUZZI