Zhang Jindong
Zhang Jindong

Milano, 1 aprile 2021 – Ci sono tante partite sul tavolo di Suning da qui a fine stagione. Sul campo quella ostica di sabato contro un Bologna in forma e reduce da due vittorie consecutive, sul piano societario il prestito ponte da 250 milioni di euro per arrivare a fine stagione e la ricerca del nuovo sponsor di maglia al posto di Pirelli. Su questo ultimo tasto si cercano introiti da circa 30 milioni di euro.

Pirelli stop, ma resterà

A fine anno lascerà lo storico sponsor di maglia Pirelli dopo oltre 20 anni di collaborazione con l'Inter. Suning cerca introiti maggiori rispetto a quelli garantiti fino a qui dallo storico marchio di pneumatici (fornitore in Formula 1). Nelle ultime due stagioni Pirelli ha fatto incassare all’Inter 19 milioni di euro nel 2018-2019 e 12 nel 2019-2020, ma la proprietà cinese cerca una crescita ulteriore da questo punto di vista e allora la scelta è stata quella di trovare un nuovo sponsor di maglia per la prossima stagione, anche se Pirelli continuerà a collaborare con Inter in altro modo. Suning cerca accordi remunerativi da almeno 25-30 milioni di euro e si starebbe rivolgendo al mercato asiatico.

Samsung, Evegrande e Alibaba

 

Da qualche mese si parla di una cerca di Suning sul mercato orientale, sfruttando i maggiori contatti che il colosso cinesi ha con i colleghi asiatici. Negli ultimi giorni il numero uno Zhang Jindong ha incontrato i vertici di Samsung ma ad oggi non sarebbero stati messi sul piatto discorsi relativi allo sponsor di maglia dell’Inter. Restano invece in piedi le altre piste in Asia. C’è per esempio il colosso Evergrande, ipotesi molto calda qualche mese fa prima che il governo cinese stringesse gli investimenti nel calcio, ma anche Hisense. In realtà a gennaio ci sono stati colloqui molto fitti con Jack Ma, fondatore di Alibaba, sia per quanto riguarda una possibile cessione di alcune quote dell’Inter ma anche in termini di sponsorizzazione. Ma su questo fronte c’è ancora tempo per dragare il mercato e trattare, considerando che i temi più scottanti oggi riguardano il prestito ponte e il bond in scadenza e, soprattutto, la volata finale per lo Scudetto. Si riparte sabato al Dall’Ara contro il Bologna dopo tre settimane di stop.

Leggi anche - Qualificazione Mondiali, l'Italia passa in Lituania 0-2