Romelu Lukaku
Romelu Lukaku

Milano, 15 settembre 2019 - La partita opaca di ieri di Romelu Lukaku ha una spiegazione: il belga è reduce da qualche piccolo acciacco alla schiena. Questo è il motivo della partita sottotono disputata contro l'Udinese, oltre alla ferrea marcatura proposta da De Maio, centrale dei friulani. Ma Lukaku, che oggi si è curato alla Pinetina, non sarebbe in dubbio per la Champions.

TERAPIE - Lavoro molto leggero oggi per il centravanti belga. Non c'è tanto tempo per l'Inter per preparare la sfida allo Slavia Praga, allenamento oggi, domani, poi martedì di nuovo in campo. Per questo motivo ieri sera Conte ha centellinato le energie di qualche pedina, soprattutto dei nazionali. Lukaku invece ha dato disponibilità e ha giocato, ma all'uscita si è visto il tutore alla schiena, sintomo di una condizione non ottimale. Il belga oggi si è curato con una sessione di terapie e un allenamento blando, ma per martedì c'è ottimismo sul fatto che possa scendere in campo dal primo minuto.

LAUTARO TITOLARE - Chi invece sembra sicuro del posto martedì contro lo Slavia è Lautaro Martinez. Dopo la panchina con l'Udinese, l'argentino dovrebbe riprendersi il ruolo di seconda punta al fianco di Lukaku, con Politano e Sanchez armi a partita in corso. Le gerarchie in questa fase sembrano chiare, almeno fino a che el 'nino maravilla' non tornerà ad essere quello di un tempo. C'è poi un aspetto tattico, perché Lautaro ieri sera ha mostrato buone cose anche da prima punta, di fatto diventando anche possibile alternativa a Lukaku. Cambi anche in mediana, dentro di nuovo Vecino al posto di un Barella che ancora deve entrare nei meccanismi del gioco di Conte, mentre il muro difensivo composto da Godin, De Vrij e Skriniar dovrebbe essere riconfermato.