Milan Skriniar
Milan Skriniar

Milano, 28 ottobre 2020 – Piano piano Antonio Conte comincia a recuperare pedine importanti dopo il piccolo focolaio di coronavirus in cui è incappata l’Inter. Già negativi Bastoni e Young, che con lo Shaktar hanno giocato, di nuovo disponibili Radu e Gagliardini, mentre anche Milan Skriniar è sulla via del ritorno, ma il difensore slovacco è ancora positivo.

Ritorno in Italia

Sono passate tre settimane di isolamento per Milan Skriniar, passate in Slovacchia essendo risultato positivo dopo la convocazione in nazionale. Il difensore sarebbe però ancora positivo, ma ha avuto il permesso di rientrare in Italia perché la sua carica virale non sarebbe più così infettiva. Ad ogni modo, senza il doppio tampone negativo non potrà giocare in campionato. Sabato alle 18 i nerazzurri ospiteranno il Parma, ma Skriniar dovrà attendere l’esito dei tamponi in questi giorni e in caso di positività non potrà ancora essere a disposizione. Per Conte, comunque, dopo Bastoni e Young, ci sarà di nuovo l’apporto di Gagliardini a centrocampo. Il mediano dovrebbe essere a disposizione per sabato, stesso discorso anche per il portiere Radu che però non è un titolare.

Da valutare Sensi e Sanchez

Ci sono però da valutare le condizioni di Alexis Sanchez e Stefano Sensi. Due fastidiosi problemi muscolari per due pedine molto importanti nelle rotazioni di Conte, soprattutto il cileno che avrebbe rappresentato una determinate carta in più visto il momento opaco di Lautaro Martinez. I due stanno svolgendo terapie e il recupero per sabato potrebbe farsi complicato. Ma se a centrocampo le alternative ci sono, giocano Barella, Vidal e Brozovic, c’è poi Eriksen in panchina, in avanti con lo Shaktar è stata provata la carta Perisic seconda punta prima di inserire Pinamonti. Insomma, Sanchez riveste una importanza particolare e se il tecnico nerazzurro ha fortemente voluto la sua conferma un motivo ci sarà...

Juventus, Ronaldo ancora positivo al virus