Lautaro e Lukaku (Ansa)
Lautaro e Lukaku (Ansa)

Düsseldorf, 17 agosto 2020 - L'Inter si gioca l'accesso alla finale di Europa League contro lo Shakhtar Donetsk nell'ormai consueta cornice della Merkur-Spiel Arena priva di pubblico. Lautaro Martinez apre le marcature di testa al 18' e mette la gara in discesa per i nerazzurri. D'Ambrosio raddoppia al minuto 64 sugli sviluppi di un corner, poi ancora Lautaro firma la propria doppietta personale al 74'. C'è ancora spazio per la doppietta di Lukaku: il belga buca Pyatov al 78' e all'84', chiudendo definitivamente il match sul 5-0. Conte e i suoi volano verso la finale contro il Siviglia.

PRIMO TEMPO - Conte va con il 3-5-2, confermati gli undici titolari delle ultime sfide. Godin in difesa e non Skriniar, D'Ambrosio e Young sulle fasce, Lukaku-Lautaro davanti. Shakhtar con il 4-2-3-1, Taison, Marlos e Alan Patrick dietro l'unica punta Junior Moraes. L'inizio di match è molto tattico e bloccato. Al 18' finisce la fase di studio, quando Pyatov sbaglia un rinvio e Barella ruba palla nella metà campo avversaria. Il centrocampista si allarga sulla destra, mette in mezzo un cross al bacio per Lautaro che di testa anticipa tutti e batte il portiere. Gli ucraini faticano terribilmente ad impostare il gioco. L'Inter pressa alta e inibisce i due centrocampisti avversari, costringendo lo Shakhtar a giocare con i centrali difensivi, non troppo abili con i piedi. Al minuto 34 è ancora Barella a rubare palla, stavolta va dritto per dritto e la sua conclusione è deviata con i pugni dal portiere. Sul finale di primo tempo gli uomini di Conte abbassano leggermente il baricentro, Taison calcia dal limite dell'area e va vicino allo specchio della porta.

SECONDO TEMPO - L'Inter torna in campo spezzando in due continuamente la ballerina difesa avversaria. Lautaro al 48' va vicino all'eurogol con un pallonetto da fuori area che quasi sorprende Pyatov. Poco dopo, al 51', Lukaku si gira su sè stesso e dalla sinistra lascia partire un destro a giro che si spegne però largo. Una fiammata dello Shakhtar rischia di riportare la gara in parità al 62'. Un traversone dalla trequarti mette in ansia la retroguardia nerazzurra, Junior Moraes colpisce di testa da posizione estremamente vantaggiosa ma colpisce male e centra in pieno Handanovic. Gol sbagliato, gol subito per gli ucraini. Al 64' D'Ambrosio incorna su calcio d'angolo, piazza bene il pallone e coglie in controtempo Pyatov. Inter avanti per 2-0. Lo Shakhtar perde l'ennesimo pallone nella propria trequarti sulla pressione interista e Lautaro non perdona. L'argentino la mette di precisione col destro all'angolino basso, portiere incolpevole e 3-0 al 73'. Cinque minuti dopo Lukaku firma il colpo del definitivo k.o. su assist di Lautaro, 4-0 e ucraini completamente in balia dei milanesi. L'attaccante belga firma la propria doppietta personale al minuto 84, quando corona una lunga cavalcata palla al piede infilando Pyatov con un destro in mezzo alle gambe. Una super Inter vince 5-0 e si giocherà la finalissima contro il Siviglia.