Sanchez ritrovato dopo la partita di Udine
Sanchez ritrovato dopo la partita di Udine

Milano, 3 febbraio 2020 – Gli ultimi giorni di calciomercato hanno catalizzato l’attenzione sulla necessità dell’Inter di trovare un’alternativa per l’attacco. Perché Lukaku e Lautaro Martinez, fin qui protagonisti di una stagione superlativa, in un calendario così fitto di impegni potrebbero aver bisogno di tirare il fiato.

E così si sono sondati vari nomi, Olivier Giroud e Slimani quelli più pubblicizzati, fino ad arrivare alla conclusione di non prendere nessuno. Anche perché l’Inter le proprie soluzioni ce le aveva già in casa: Sebastiano Esposito è stato utilizzato dal 1’ con l’Udinese per sostituire lo squalificato Lautaro Martinez, mentre Sanchez è entrato con ottimi risultati nella ripresa.

Eppure il ritorno improvviso sul mercato degli attaccanti era dipeso proprio dal cileno: la prestazione con la Fiorentina in Coppa Italia aveva deluso l’Inter, al punto di pensare di cercare un’altra soluzione. Ma si trattava solo di una collocazione sbagliata dell’ex Udinese, costretto ad agire da trequartista senza risultati.

E nel secondo tempo della Dacia Arena si è vista la sua potenzialità nel ruolo di seconda punta, con un subentro molto positivo che ha portato anche alla conquista del rigore del 2-0. Sarà lui dunque il rinforzo per l’attacco, anche per rifarsi in una stagione che per via di un infortunio non è mai decollata.

Alternativa dunque solo delle due punte e non di Eriksen, che agirà sì da trequartista ma che in caso di assenza o sostituzione verrà rimpiazzato da un centrocampista per riportare il sistema di gioco alla versione originale di inizio stagione.

Ora guai fisici e voci di mercato sono alle spalle, e con così tante partite da giocare sicuramente troverà spazio per poter dimostrare di essere lui il vero colpo del gennaio nerazzurro.