Lautaro Martinez
Lautaro Martinez

Milano, 7 dicembre 2019 – Dopo venti partite è arrivato lo zero alla casella dei gol fatti. La rocciosa Roma ha fermato l’attacco atomico dell’Inter, portando la partita sui canali dello zero a zero anche se Mirante ha dovuto togliere in un paio di circostanze le castagne dal fuoco alla difesa giallorossa. Romelu Lukaku e Lautaro Martinez per la prima volta non hanno gonfiato la rete avversaria. Merito di Smalling e Mancini, abili a vincere quasi sempre i duelli uno contro uno al cospetto degli attaccanti interisti. Il belga ha avuto all’inizio una grande occasione, ma il sinistro gli è uscito troppo centrale, poi è riuscito a gestire un paio di sponde per i compagni che non sono state sfruttate. In generale, però, il duello è stato vinto da Smalling. Ancora più in difficoltà Lautaro, limitato nelle sue scorribande da un positivo Mancini. Solo una occasione per il ‘toro’ a centro area, ma l’intervento del difensore ha facilitato la parata di Mirante. Anche in questo caso si può parlare di duello vinto dal difensore. Ma ci può stare dopo venti partite e in una fase di calendario che propone martedì la sfida decisiva per gli ottavi di Champions contro il Barcellona. In quella occasione, senza fronzoli, serviranno i gol per vincere e conquistare il passaggio del turno.

RINNOVO LAUTARO – Ma mica una partita può cambiare il giudizio su una coppia di attaccanti fantastica, in cui uno dei due dovrà essere blindato dall’Inter. Si tratta di Lautaro Martinez, ormai nel mirino del Barcellona dell’amico e connazionale Leo Messi. Si lavora al rinnovo in casa Inter, con eliminazione o innalzamento dell’attuale clausola da 111 milioni di euro. Ieri sera a San Siro erano presenti gli agenti di Lautaro che dovrebbero restare in città per avviare i discorsi con Marotta e assistere anche al match proprio contro il Barcellona. Per Lautaro anche un cospicuo adeguamento dell’ingaggio, si parla di un ritocco verso i top player della squadra e quindi attorno ai 4.5 milioni di euro.