Lukaku (Lapresse)
Lukaku (Lapresse)

Milano, 6 dicembre 2019 - Pareggio a reti inviolate a San Siro nell'anticipo del venerdì tra Inter e Roma. Vince la tattica nel primo big match di giornata, la Juve battendo la Lazio ha l'occasione di tornare in testa. Mirante protagonista con due parate, poi succede poco tra due formazioni che hanno preparato ottimamente la partita. Per l'Inter martedì arriva il Barcellona.

Inter-Roma 0-0, rivivi la diretta

Serie A, la 15esima giornata

MIRANTE SUPER - Conte sceglie Borja Valero regista, Brozovic e Vecino mezze ali, Roma senza Dzeko e con Zaniolo falso nueve. La partita l’approccia meglio l’Inter e già al sesto c’è la prima occasione da rete: la Roma perde palla in uscita, Lukaku può colpire indisturbato in area ma Mirante compie un miracolo. Poi esce la Roma, i giallorossi imbastiscono una fitta ragnatela di passaggi e trovano al 19’ una botta centrale di Zaniolo. La squadra di Fonseca gioca meglio, ma ha amnesie clamorose in difesa. Al 32’ un sinistro di Lautaro sibila a lato, ma soprattutto al 43’ è Brozovic a divorarsi il vantaggio: erroraccio di Mirante palla al piede, sponda di Lukaku e destro alle stelle del croato. Nel finale di tempo si registra invece un infortunio di Candreva, dentro Lazaro. All’intervallo è zero a zero, Roma meglio nel gioco, ma le occasioni sono nerazzurre.

NOIA - La ripresa si apre con una Inter più convincente anche sotto il profilo del gioco, al 48’ sponda di Lautaro, assist di Borja per l’inserimento di Vecino: altra gran parata di Mirante. I nerazzurri riescono ad imbastire meglio la manovra, la Roma è costretta ad aspettare e fatica di più ad uscire con convinzione. Al 65’ destro di Biraghi dal limite con deviazione, palla di pochissimo a lato. Non ci sono grandi emozioni, le due squadre non riescono a rompere l’equilibrio e la tattica prevale sulla fantasia. Fonseca ci prova con Dzeko per Perotti ma il risultato non cambia. Tentativo in percussione di Lautaro al 68’, salvano Mirante e Spinazzola quest’ultimo con un tocco di mano dopo rimpallo, per Calvarese e il Var non c’è nulla. Ancora Inter all’85’, Vecino scappa a destra ma Lautaro in area è disturbato da Mancini, para Mirante. Non succede altro, la Roma ferma l’Inter a San Siro e la Juventus, vincendo con la Lazio, può tornare in testa.

Tabellino

Inter (3-5-2): Handanovic; Godin, de Vrij, Skriniar; Candreva (47' pt Lazaro), Vecino, Borja Valero (27' st Asamoah), Brozovic, Biraghi (43' st D'Ambrosio); Lukaku, Lautaro Martinez. In panchina: Padelli, Berni, Ranocchia, Politano, Dimarco, Esposito, Agoume', Bastoni. Allenatore: Conte. 

Roma (4-2-3-1): Mirante; Santon (16' pt Spinazzola), Mancini, Smalling, Kolarov; Veretout, Diawara; Mkhitaryan (44' st Florenzi), Pellegrini, Perotti (22' st Dzeko); Zaniolo. In panchina: Cardinali, Fuzato, Juan Jesus, Cetin, Under, Kalinic, Antonucci. Allenatore: Fonseca.

Arbitro: Calvarese di Teramo. 

Note: serata serena, terreno in buone condizioni. Ammoniti: Godin, Lazaro, Mancini, Brozovic. Angoli: 8-3. Recupero: 3' pt, 3' st.

Live