Romelu Lukaku e Lautaro Martinez
Romelu Lukaku e Lautaro Martinez

Milano, 22 febbraio 2021 – Il duello tra giganti è stato vinto da Romelu Lukaku. Dopo il litigio nel derby di Coppa Italia il gigante belga si è preso la rivincita su Zlatan Ibrahimovic nella stracittadina Scudetto con il Milan, con tanto di record negli ultimi cinque derby. Non solo, la coppia Lu-La funziona per affiatamento, feeling, cinismo: Inter sola in vetta con 4 punti sui cugini

Lukaku a segno negli ultimi cinque derby

E’ implacabile Romelu Lukaku quando vede rossonero. L’attaccante belga è andato a segno in tutti e cinque i derby giocati da quando è in Italia, un record mai raggiunto da nessuno nella storia dell’Inter. Cinque derby e cinque gol, nessuno come ‘Big Rom’ nella stracittadina milanese. Poi c’è la prolifica coppia con Lautaro Martinez, che produce numeri importanti e che hanno portato anche l’argentino nella storia dei derby. La doppietta di ieri ha fatto diventare il toro argentino il secondo giocatore più giovane e straniero a segnare una multipla marcatura contro il Milan: a 23 anni e 183 giorni Lautaro è dietro solo a Lennart Skoglund che segnò una doppietta il 12 novembre 1950.

 

Dal 2009 l’Inter non vinceva con tale scarto

La LuLa sta producendo numeri impressionanti e l’attacco Inter gira come non aveva mai girato negli ultimi 70 anni. Con 57 gol segnati in 23 partite, i nerazzurri sono il terzo miglior attacco della storia del club dopo le stagioni 1949/1950 e 1950/1951 e il successo di ieri, giocato in casa Milan, consegna all’Inter la terza vittoria consecutiva nei derby giocati in ‘trasferta’: 2-3 nel 2019, 0-2 l’anno scorso e 0-3 ieri. Da 30 anni l’Inter non vinceva tre derby consecutivi in casa dei cugini. Poi c’è stato lo scarto di tre gol e anche qui si aggiorna il libro dei record: l’ultimo Milan-Inter 0-3 risale al 1998 con doppietta di Simeone e gol del fenomeno Ronaldo, ma dal 2009, l’anno che si chiuse poi con il Triplete, i nerazzurri non vincevano un derby con 3 gol di scarto (all’epoca finì 0-4, fonte Inter.it).

Leggi anche - Milan-Inter 0-3: Lautaro e Lukaku da capogiro