Milan Skriniar (Ansa)
Milan Skriniar (Ansa)

Milano, 8 dicembre 2020 - L'Inter si avvicina a una delle partite più importanti della sua stagione, il dentro o fuori con lo Shakhtar in cui si gioca l'accesso agli ottavi di finale di Champions League. Non dipenderà da se stessa visto che le servirà in caso di vittoria che non pareggino Borussia Monchengladbach e Real Madrid per potersi qualificare come seconda. Alla vigilia di questo match ha parlato attraverso i media nerazzurri Milan Skriniar, che ha raccontato la sua esperienza interista.

Le emozioni con l'Inter

Il difensore slovacco è diventato uno dei simboli di questa squadra e nell'intervista ha spiegato i momenti più emozionanti di questa sua avventura. “L’esordio con questa maglia, soprattutto quello in Champions, è stato il momento più emozionante. E poi la fascia da capitano a Udine, un grande orgoglio" ha detto Skriniar.

"Il sogno? Vincere con questi colori e far felici i tanti tifosi che ogni giorno ci supportano. Dopo una partita è difficile prendere sonno, l’adrenalina è tanta. Adesso però se non riesco a dormire mi godo la mia piccola, anche di notte" ha aggiunto.

Gli idoli nerazzurri

Skriniar ha anche scelto una sua top di calciatori interisti, più il suo idolo personale. “In porta Julio Cesar, uno dei più forti nel suo ruolo. Poi Samuel, il Muro, un esempio, e Lucio, che in coppia con Samuel era fortissimo. Stankovic, classe e potenza, e Ronaldo, il mio idolo, un vero fenomeno. Mai visto un giocatore così forte!“  ha concluso.

Leggi anche: le probabili formazioni di Inter-Shakhtar