Luciano Spalletti
Luciano Spalletti

Milano, 25 maggio 2019 – Domani è il giorno del giudizio: dentro o fuori dalla Champions League. La partita con l’Empoli chiude la stagione e per l’Inter è come rivivere la sfida con la Lazio di dodici mesi orsono. Un campionato di alti e bassi, a tratti sofferto, ma con l’obiettivo ancora lì alla portata. E oggi è solo questo il pensiero di tecnico e squadra: la Champions League.

NON PENSIAMO AD ALTRO – Nessuna parola sul futuro, niente altro che la partita e la possibile qualificazione europea. Luciano Spalletti è concentrato su un solo obiettivo: “La mente mia e di tutta la squadra è rivolta solo alla Champions League – ha affermato in conferenza stampa –. Il nostro scopo è riportare il club dove merita di stare, non altro. Ci stiamo occupando spesso di cose che non servono”, ha sentenziato il tecnico. Nessun bilancio nemmeno sulla stagione: “Non possiamo parlare di cose anticipando la partita, domani sarò ancora in conferenza e faremo le nostre valutazioni. Io mi chiedo sempre se sono stato nelle condizioni di migliorare quello che c’era prima e questo credo lo abbiano fatto anche i calciatori. Vedo in loro la disponibilità, il rafforzare quello che c’è da mettere dentro ogni partita e riportare l’Inter in Champions. Domani giocheremo in casa, e so che il pubblico ci darà una mano: giocare a San Siro sarà importante”.

ICARDI O LAUTARO – Diversi dubbi di formazione, soprattutto in avanti dove ancora una volta ci sarà da scegliere tra Lautaro Martinez e Mauro Icardi. Le parole di Spalletti: “Si tratta come sempre di sfumature – ha ammesso – Questa è una partita dove tutti e due hanno il carattere per incidere, perché sono forti tecnicamente ma anche mentalmente. Possono mettere il timbro entrambi sulla partita”. Ritornano invece sia De Vrij che Politano: “Fisicamente stanno tutti bene, a parte qualche botta ma è normale a fine campionato. Politano e De Vrij saranno a disposizione. Chi merita di rimanere? Tutti”. La probabile formazione appare questa: Handanovic, D'Ambrosio, De Vrij, Skriniar, Asamoah; Vecino, Brozovic; Politano, Nainggolan, Perisic; Icardi.