Inter e Napoli in azione (Ansa)
Inter e Napoli in azione (Ansa)

Napoli, 27 luglio 2020 - Rafforzare la propria posizione in classifica, resistendo alla pressione dell'Atalanta e provare invece a migliorarla, con la Roma e soprattutto il Milan nel mirino: Inter e Napoli hanno ormai ben poco da chiedere al campionato e questa premessa rischia di rendere ancora più interessante il match in programma al Meazza martedì 28 luglio alle 21.45 che fungerà per entrambe le squadre da test probante in vista dei rispettivi imminenti impegni in ambito internazionale.

Le probabili formazioni

Inter (3-4-1-2): Handanovic; Skriniar, Ranocchia, Bastoni; Moses, Brozovic, B. Valero, Young; Eriksen; L. Martinez, Lukaku. All.: Conte

Napoli (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, M. Rui; F. Ruiz, Lobotka, Zielinski; Callejon, Milik, Insigne. All.: Gattuso
 


Orari tv e dove vederla

Inter-Napoli (fischio d'inizio alle 21.45) sarà trasmessa in diretta tv da Sky sui canali Sky Sport Serie A (numero 202 e 249 del satellite, numero 473 e 483 del digitale terrestre) e Sky Sport (numero 251 del satellite). Disponibile anche lo streaming sul dispositivo Sky Go.

QUI INTER - Rispetto al netto successo di Genova l'unico volto nuovo in difesa a protezione di Handanovic sarà quello di Bastoni, che rileverà Godin e completerà il reparto con Ranocchia e Skriniar: ancora fuori dai giochi l'acciaccato De Vrij. A centrocampo saranno due le novità: la prima è forzata dalla squalifica di Gagliardini, rimpiazzato dal jolly Borja Valero, mentre la seconda sarà sull'out mancino, dove Young si riprenderà il posto che al Ferraris è stato di Biraghi. Per il resto confermati Brozovic al centro e Moses a destra, così come Eriksen a supporto di Lukaku e Lautaro Martinez, grandi protagonisti della gara di andata.

QUI NAPOLI - Anche Gattuso perde qualche pedina dopo il precedente match, quello vittorioso contro il Sassuolo: fuori Mertens per squalifica e Manolas per un infortunio che preoccupa soprattutto in ottica Barcellona. Il greco sarà sostituito da Maksimovic, affiancato da Koulibaly: a destra ci sarà ancora l'inamovibile Di Lorenzo, mentre a sinistra Mario Rui si riprenderà il suo posto a spese Hysaj nonostante l'albanese sia reduce dalla sua prima gioia in azzurro, con Ospina ancora tra i pali. Nessuna novità invece a centrocampo: spazio di nuovo al trio Fabian Ruiz-Lobotka-Zielinski. Discorso analogo in attacco, dove agiranno ancora Insigne e Callejon a supporto di un Milik deludente e confermato più che altro grazie alla squalifica di Mertens.