Leo Messi
Leo Messi

Milano, 30 luglio 2020 – Quella proiezione della figura di Messi sul Duomo di Milano ha alimentato quello che per ora è un sogno impossibile. Ma se dalla Cina e dalla tv del proprietario Zhang Jindong arrivano messaggi di quel tipo, significa che in fondo qualcosa, nella sua mente, alberga veramente. E infatti il gran capo di Suning vorrebbe un uomo di richiamo per il proprio brand e per il marchio Inter, peccato che l’amministratore delegato del club nerazzurro abbia considerato utopia un affare del genere.

CIFRE IMPOSSIBILI – Se da un lato Leo Messi rischia di essere accessibile sul mercato a parametro zero, va in scadenza nel 2021, dall’altro le cifre di ingaggio sono fuori dai parametri nerazzurri. 50 milioni l’anno sono uno scoglio insormontabile, anche con l’utilizzo del Decreto Crescita che toglierebbe una parte corposa di tasse al lordo. Di sicuro, un investimento su Messi potrebbe essere ripagato successivamente a livello di sponsor, marketing e merchandising, ma restano sempre 50 milioni. Per l’amministratore delegato Beppe Marotta è utopia pensare a Messi in nerazzurro e per Conte è più facile spostare il Duomo, ma la domanda è: perché la tv di Suning ha proiettato quell’immagine? Zhang Jindong lo vorrebbe, ma probabilmente si scontrerà con i costi dell’operazione.

MESSI E IL SUO FUTURO? – Leo Messi ha di certo avuto dei problemi con il tecnico Setien, ma il suo legame con il Barcellona è molto forte e ha sempre dichiarato di voler terminare la carriera in blaugrana. Cosa può convincerlo a cambiare idea? Forse solo la permanenza di Setien, che però ha fallito la Liga e ora gli rimane solo la Champions, pur con un futuro destinato altrove. Barcellona e Messi sono sempre stati una sola cosa e anche il presidente Bertomeu recentemente ha affermato che non ci saranno problemi per il rinnovo. Tattica? Possibile, far filtrare un altro messaggio creerebbe scompensi, ma di certo convincere Messi a lasciare Barcellona non sarà facile e potrebbe accadere solo a fronte di una rottura totale. Zhang Jindong potrebbe anche decidere di allargare i cordoni della borsa per l’investimento, ma non è detto sia sufficiente a convincere Messi a tagliare un legame ultra decennale e profondo.