Gianluca Scamacca
Gianluca Scamacca

Milano, 6 ottobre 2021 – L’Inter valuta eventuali innesti a gennaio in attacco, ovviamente senza un particolare esborso economico su questo esercizio. L’ultima uscita social di Alexis Sanchez disegna una frattura difficilmente ricomponibile e i media cileni si dicono sicuri di una cessione a gennaio. Ovviamente servirà un sostituto e gli occhi cadono in casa Sassuolo.

Scamacca più di Raspadori

A Beppe Marotta piace molto Giacomo Raspadori, ma per il tecnico del Sassuolo Dionisi il bolognese di nascita è un titolare quasi certo. Difficile che il club neroverde se ne privi a gennaio, cioè a metà stagione quando le varie società tendono a tenersi tutti i big in rosa. Discorso diverso per Gianluca Scamacca, che di minutaggio non ne ha tanto. L’ex Genoa non è un punto inamovibile della rosa neroverde e da questo punto di vista potrebbe esserci una apertura. I rapporti tra Carnevali e Marotta sono idilliaci e per una punta non titolare il Sassuolo potrebbe pure aprire ad un prestito con diritto di riscatto. L’Inter ha iniziato a lavorarci. Ovviamente oggi sono discorsi ipotetici fino a che Alexis Sanchez sarà a Milano. Il cileno dopo la stories Instagram sembrerebbe orientato ad andarsene durante la finestra invernale, su di lui Siviglia e Betis, ma l’ingaggio da sette milioni l’anno è un fardello sia per l’Inter che per il mercato. Se partisse, i nerazzurri dovranno trovare un sostituto per completare il reparto oltre i soliti Dzeko, Lautaro e Correa. Scamacca potrebbe essere il giocatore ideale da utilizzare una tantum per dare fiato ai titolari, con la pazienza di attendere una crescita graduale per un giocatore giovane e futuribile. Ma tanto dipenderà anche dalle condizioni economiche, non potendo l’Inter effettuare esborsi di cassa ingenti per il cartellino dei giocatori nel mercato invernale. Ogni pagamento dovrà essere differito al prossimo esercizio. Scamacca si può fare, ma dipende da Sanchez.

Leggi anche - Atalanta, Pessina out un mese