Beppe Marotta
Beppe Marotta

Milano, 30 agosto 2021 – Con l’arrivo del Tucu Correa, già decisivo alla prima, e la permanenza con rinnovo di Lautaro Martinez, il mercato in entrata dell’Inter potrebbe considerarsi chiuso. Partiti Hakimi e Lukaku, sono arrivati in sostituzione Denzel Dumfries e Joaquin Correa che, aggiunti a Calhanoglu che prende il posto di Eriksen, vanno a completare la rosa di Simone Inzaghi. Dovrebbero dunque cadere le piste Nandez e Scamacca.

Basta entrate


Con incassi per quasi 200 milioni tra Lukaku e Hakimi, l’Inter ha potuto reinvestire una parte di quelle risorse affidandosi ad Dumfries in fascia e a Correa davanti, e l’arrivo dell’argentino dovrebbe di fatto chiudere il mercato in entrata. La rosa è completa, ci sono doppie alternative dietro, in mezzo, sugli esterni e davanti con Sanchez che potrebbe restare e Satriano pronto a dare una mano. Inoltre, con la permanenza e il rinnovo di Lautaro Martinez l’Inter di fatto non ha bisogno di ulteriori innesti. Per questo motivo dovrebbero cadere le piste Nandez, molto calda a luglio ma viste le difficoltà l’Inter ha scelto Dumfries, e Scamacca, orientato ad accettare Cagliari.

Cessioni secondarie


Anzi, l’Inter dovrebbe soprattutto sfoltire nelle ultime tornate del mercato, soprattutto in relazione agli esuberi e ai giovani da mandare altrove per trovare minutaggio. Per Lazaro c’è una importante proposta da Benfica e Dortmund, una delle due dovrebbe essere accettata, per Agoume e Salcedo c’è la Ligue 1, in particolare il Brest, per Colidio invece ci sarebbe una buona offerta dall’Ascoli. Sono tutte operazioni che l’Inter spera di mandare in porto. Non per Satriano, che potrebbe invece restare a dare una mano alle rotazioni offensive.

Leggi anche - Serie A, risultati e classifica