Robin Gosens obiettivo dell'Inter (Ansa)
Robin Gosens obiettivo dell'Inter (Ansa)

Milano, 29 giugno 2020 – Un’Inter in forte crescita, sul mercato più che sul campo. Il risultato positivo contro il Parma ha evitato di aprire una striscia di risultati senza vittoria, ma non ha lasciato felice Antonio Conte che si aspettava di più nella prestazione collettiva. A dare però buoni segnali per il futuro è il trend che ha preso sul mercato la squadra nerazzurra, adesso meta ambita anche per calciatori di primissimo livello.

Le fasce erano una necessità, e così dopo la chiusura dell’affare Hakimi per il quale anche Marotta ha confermato le indiscrezioni dicendo che “la trattativa è in una fase molto avanzata”, si pensa anche di migliorare la catena di sinistra.

Robin Gosens è uno dei nomi caldi per il futuro nerazzurro: certo, la fattibilità dell’operazione è differente da quella del marocchino del Real Madrid, che dopo il prestito a Dortmund ritornava nella Capitale spagnola dove sarebbe stato in concorrenza con Carvajal, uno dei migliori al mondo e grande pupillo di Zidane. Per quanto importantissimo l’acquisto di Hakimi aveva delle condizioni di contorno che lo rendevano alla portata, al contrario di Gosens su cui andrebbe intavolata una trattativa molto complicata con l’Atalanta.

Perché il profilo di suo è quello ideale, e soprattutto serve a migliorare la rosa attuale dell’Inter: al momento le fasce sono i ruoli in cui è necessario uno sforzo, per portare gli attuali titolari a diventare delle ottime alternative. Ecco perché prendere di fatto il miglior laterale di sinistra a tutta fascia della Serie A, per reti e prestazioni, rappresenterebbe un colpo importantissimo.

Ma per ora Gosens è solo un nome, destinato forse a diventare più caldo una volta che sarà terminata la stagione di entrambe le squadre nerazzurre, che dopo la Serie A avranno anche l’impegno nelle coppe europee ad agosto.