Antonio Conte
Antonio Conte

Singapore, 19 luglio 2019 - Parte domani la tournée asiatica dell'Inter contro il Manchester United, tra le cui fila milita il desiderio del mercato nerazzurro, ovvero Romelu Lukaku. Di questo e di altro ha parlato oggi in conferenza stampa Antonio Conte, ammettendo, tra le altre cose, un certo ritardo in sede di mercato.

LUKAKU MI PIACE - Prima domanda inevitabile su Romelu Lukaku, che tra l'altro non sarà della sfida perché escluso da Solskjaer. Le parole di Conte sono chiare: "Chiaramente è un giocatore che mi piace - ha ammesso - Lo conosco dai tempi del Chelsea e penso possa essere un acquisto utile a migliorarci. Ma ora è un giocatore del Manchester e vedremo cosa accadrà in futuro". Balla ancora una certa differenza tra richiesta e offerta, ma la dirigenza nerazzurra conta prima o poi di arrivare alla fumata bianca.

RADJA E ICARDI - Poi le note dolenti, quelle relative a Mauro Icardi e Radja Nainggolan. Entrambi sono fuori dal progetto tecnico, solo che il primo è rimasto a casa mentre il secondo è stato convocato. La realtà delle cose è comunque simile: "Mauro è fuori dal progetto, la realtà è questa e la società è stata chiarissima. Radja? Anche lui è fuori, pur essendo convocato non è cambiato nulla rispetto a prima".

MERCATO IN RITARDO - In linea generale il mercato in entrata e in uscita sta vivendo una certa difficoltà. Lo ha affermato lo stesso Conte, parlando di leggero ritardo rispetto ai piani fatti in primavera. L'entusiasmo però non manca: "Siamo partiti con grande entusiasmo per questo nuovo capitolo - ha proseguito Conte - Stiamo scrivendo una nuova storia ed è normale avere qualche difficoltà all'inizio. Diciamo che siamo un po' in ritardo rispetto alla tabella di marcia imbastita, perché abbiamo preparato in modo chiaro sia le entrate che le uscite. Detto questo, c'è la necessità di snellire il gruppo e resto fiducioso, io e la società abbiamo la stessa visione". Tra i giocatori da valutare c'è anche Ivan Perisic, ma per il croato Conte ha piani ben precisi che ora vuole verificare: "Ha caratteristiche specifiche e voglio capire se potrà giocare nella posizione che ho in mente, lo valuteremo e capiremo se potrà fare quello che vorrei da lui".