Marotta parla degli obiettivi stagionali
Marotta parla degli obiettivi stagionali

Milano, 22 gennaio 2020 - Un periodo intenso di calciomercato in cui però l'Inter non si fa distrarre: sono tante le operazioni attive sia in entrata che in uscita per i nerazzurri, ma la testa deve rimanere alla stagione che tra Serie A, Europa League e Coppa Italia può sicuramente dare ancora diverse gioie. Il dirigente nerazzurro Beppe Marotta è stato il delegato interista al prestigioso premio Gianni Brera dove l'Inter è stata premiata assieme ad Athletic Bilbao, Barcellona e Real Madrid come squadra mai retrocesse nelle categorie inferiori.

Marotta ha avuto modo anche di parlare di quelle che possono essere le ambizioni stagionali della squadra, senza sdegnare il sogno Scudetto. "Sono orgoglioso di rappresentare l'Inter che insieme alle altre tre presenti non è mai retrocessa. Questo deve essere di stimolo per il futuro, dobbiamo puntare più in alto. Scudetto? Bisogna assolutamente crederci in questa realtà, non siamo qua per fare delle comparse. Certo ci sono degli avversari agguerriti, però ci sono ancora 18 partite e tantissimi punti a disposizione, cercheremo di farne il più possibile".

Nessun accenno invece al mercato, che però continua a muoversi. Per Eriksen bisognerà probabilmente aspettare la giornata di venerdì, mentre dopo gli arrivi di Moses e Young sembra essersi fermata la scia dalla Premier League che non riguarda il danese del Tottenham. Giroud potrebbe non arrivare ed è per questo motivo che la possibilità di scambiare Llorente con Politano si è rifatta viva. Altri colpi in entrata non dovrebbero essercene, se non in prospettiva, come Tahit Chong del Manchester United che potrebbe però essere parcheggiato momentaneamente alla squadra cinese della proprietà Suning, il Jiangsu.