Duvan Zapata (Ansa)
Duvan Zapata (Ansa)

Milano, 6 agosto 2021 – Tutto sembra indirizzato verso la cessione di Romelu Lukaku. Si attende, di fatto, solo che il Chelsea alzi ancora un po’ la posta per ottenere il via libera dalla proprietà interista. Suning vuole incassare, 130 milioni sono un bel gruzzoletto per sistemare tante cose a bilancio. Il giocatore, tra l’altro, pare aver deciso: vuole il Chelsea. In mezzo c’è la dirigenza, che avrà poco tempo per mettere una pezza alla situazione.

Chelsea a 130 milioni

Dal punto di vista della pseudo trattativa, al momento siamo ai colloqui preliminari, il Chelsea dovrà salire a quota 130 milioni e senza contropartite per arrivare a Lukaku. Suning è pronta a cedere nonostante i dirigenti avessero trovato un piano alternativo in questi mesi per sistemare i bilanci senza sacrificare altri giocatori oltre Hakimi. A 130 milioni si cederà, i cinesi non resisteranno agli assalti Blues. Poi c’è il giocatore, che evidentemente ha aperto la porta ai 13 milioni di euro di ingaggio offerti dai londinesi. Insomma, appena arriverà l’offerta difficilmente l’epilogo sarà diverso.

Tifosi in subbuglio, la dirigenza dovrà mettere una pezza

 

Ieri giornata calda a Milano. I tifosi hanno fatto partire la contestazione nei confronti del presidente Steven Zhang e della proprietà, anche con striscioni eloquenti in cui si invitava Suning a lasciare. Non succederà, anche perché i cinesi hanno rifiutato qualche mese fa l’approccio di un paio di fondi pronti ad acquistare l’Inter. Questo scenario sarà magari d'attualità tra un anno. Ecco allora che oggi tocca alla dirigenza il lavoro più scomodo, cioè quello di fare da collante tra squadra, allenatore e proprietà. Simone Inzaghi contava di perdere solo Achraf Hakimi, così come Beppe Marotta, e ora l’estate sarà da ricostruire con uno Scudetto sempre più difficile da difendere e un ambiente in rotta. Due gli aspetti che Marotta e Ausilio dovranno fronteggiare: tenere unito l’ambiente dentro la Pinetina e trovare l’adeguato sostituto di Lukaku. Sul secondo fronte i nomi sono due, e potrebbero arrivare entrambi anche se Suning pare intenzionata a concedere sul mercato in entrata solo la metà dell’incasso derivante da Lukaku. Marotta e Ausilio guardano con interesse a Duvan Zapata e Gianluca Scamacca: per sostituire Lukaku potrebbero servire due pedine.

Leggi anche - Messi non rinnova con il Barcellona