Romelu Lukaku
Romelu Lukaku

Milano, 14 aprile 2021 - "Mancano ancora tante partite e abbiamo fame di raggiungere il risultato, l'anno scorso abbiamo avuto alti e bassi ma lavoriamo duro e tutti abbiamo fatto uno step successivo in questa stagione. Io in particolare mi sento bene". Romelu Lukaku tiene alta la tensione in casa Inter. A otto giornate dalla conclusione del campionato, l'obiettivo Scudetto è a un passo per i nerazzurri, ma guai ad abbassare la concentrazione. Anche perché alle porte c'è l'insidiosa trasferta a Napoli, dove gli uomini di Antonio Conte cercheranno di ottenere la 12esima vittoria su altrettante partite in questo fantastico girone di ritorno. 

"Noi attaccanti i primi a difendere"

"La Serie A è un torneo complicato, siamo sempre messi alla prova anche tatticamente. Ogni partita rappresenta un test diverso - le parole del centravanti belga a 433 - Noi però stiamo facendo un ottimo lavoro, dai difensori a Handanovic fino a noi attaccanti: sappiamo che se non concediamo nulla dietro, prima o poi il gol arriva. E Conte dice sempre che l'attaccante è il primo difensore. Per questo sia io che Lautaro, Sanchez e Pinamonti cerchiamo di bloccare le azioni degli avversari sul nascere. Siamo quattro attaccanti generosi e di questo ne beneficia tutta la squadra". Un battuta anche sul nuovo logo dell'Inter che sta dividendo i tifosi. "Fa parte del processo di modernizzazione del club. Negli ultimi anni tutti aspettavano di vedere l'Inter nuovamente al vertice e io non vedo l'ora di mostrare la maglia della prossima stagione". 

Leggi anche: Psg, Neymar si toglie dal mercato