De Vrij puntualizza sulla questione spogliatoio
De Vrij puntualizza sulla questione spogliatoio

Milano, 19 settembre 2019 - Dal sogno del primo posto al caos dell'esordio di Champions League: l'Inter che deve fare i conti col primo passo falso stagionale e con le sue scorie, tra cui le incomprensioni tra Lukaku e Brozovic su cui sono uscite diverse indiscrezioni nel corso di queste ore. A commentare il fatto è stato Stefan De Vrij, uno dei più autorevoli dello spogliatoio che oggi in un'intervista ha spiegato la situazione tentando di sdrammatizzare una notizia su cui si è calcata la mano. Ecco la sua posizione.

"Chi parla così non è mai stato in uno spogliatoio, sono cose che accadono. Tante cose nella partita non sono andate bene, è mancato lo spirito e questo non può capitare. Lo Slavia Praga ha dimostrato di avere più voglia di vincere la partita. Noi siamo stati poco precisi, abbiamo perso tanti palloni, non siamo riusciti a fare il nostro gioco ed è stata una delusione".

Testa dunque al campo e non alle vicende di spogliatoio, incomprensioni che ci possono stare in un gruppo ancora non amalgamato in cui alcuni dei riferimenti più importanti della squadra sono arrivati solamente nella parte finale di mercato. Così De Vrij ha provato a spostare l'attenzione su quello che è mancato all'Inter in campo, un atteggiamento troppo distratto e forse condizionato da quella che era stata l'evoluzione della classifica nell'ultimo turno di Serie A, con i nerazzurri in testa in solitaria dopo i passi falsi di Torino e Juventus che si sono fatti troppo trascinare dall'entusiasmo finendo per sottovalutare un avversario sì inferiore ma comunque che gioca un buon calcio come lo Slavia Praga.

Tutto rientrato dopo la strigliata di Conte, in una settimana che non può essere come tutte le altre visto che si è aperta con l'ufficializzazione di un primo posto e si chiuderà con un Derby sentitissimo e già decisivo contro il Milan. Troppo importante per essere messo avanti ad alcune scaramucce da spogliatoio.