Romelu Lukaku
Romelu Lukaku

Milano, 17 luglio 2019 - Romelu Lukaku e l'Inter si avvicinano? Probabilmente sì. L'attaccante belga è stato escluso dal tecnico Solskjaer per l'amichevole contro il Leeds, prima ill club ha parlato di problemi fisici generici del giocatore, poi lo stesso tecnico è rimasto vago giustificando l'esclusione con motivi squisitamente tecnici, cioè di un Lukaku non in condizione per giocare visti i pochi allenamenti alle spalle.

DALL'INGHILTERRA: ESCLUSO PER IL MERCATO - Chiaramente, questa notizia porta con sé grandi dietrologie, la più ovvia che la causa dell'esclusione sia dovuta a motivi di mercato. Sul giocatore c'è da tempo l'Inter, la quale però non ha ancora prodotto l'offerta giusta per convincere il Manchester United. Si narra tuttavia che a breve i nerazzurri potrebbero formulare una nuova offerta di 60 milioni di sterline più bonus, quindi avvicinando la richiesta di 80 milioni di euro dei Red Devils. Ecco allora che, a fronte di una nuova imminente proposta, potrebbe essere scattata la decisione di escludere Lukaku. In questi casi, anche per evitare che un giocatore si infortuni prima di un trasferimento, possono essere prese scelte di questo tipo, ovvero propedeutiche ad una uscita di scena. Ad oggi Lukaku si può considerare più vicino ai colori nerazzurri.

ICARDI E IL NAPOLI - A finanziare l'opeazione Lukaku in entrata potrebbe essere la cessione di una pedina importante, che chiaramente porta il nome di Mauro Icardi. L'argentino nelle ultime ore avrebbe timidamente aperto le porte al Napoli, club che dal punto di vista economico soddisferebbe l'Inter maggiormente rispetto a quanto fatto finora dalla Juventus. Quei 60 milioni che i nerazzurri chiedono per Maurito il Napoli potrebbe decidere di pagarli, la Juventus al momento no. Ci sarebbero stati contatti con il club partenopeo, il fatto che Ancelotti e Giuntoli stiano cercando di costruire un progetto vincente potrebbe convincere Icardi, ormai consapevole che l'avventura nerazzurra è terminata. Difficile che De Laurentiis possa offrire all'argentino un ingaggio da doppia cifra, ma arrivare attorno alla quota che percepiva all'Inter sì. Si parla di 6-7 milioni di euro. Di fatto, il Napoli ora è un avversario concreto della Juventus.