Javier Zanetti e Beppe Marotta
Javier Zanetti e Beppe Marotta

Milano, 24 aprile 2020 – Assieme a tanti ricordi del passato ‘Cuper ci faceva sgobbare’, oppure ‘Recoba era sempre incazzato’, Javier Zanetti ha parlato anche dell’attualità nerazzurra nella sua ospitata sulle storie Instagram di Bobo Vieri. E il tema non poteva che essere Lautaro Martinez, corteggiato dal Barcellona in maniera insistente. Ma l’Inter non molla sulla clausola, anche se il vice presidente argentino non ha svelato nessun dettaglio in essere.

LUI E’ FELICE – La grande intuizione di Javier Zanetti e Piero Ausilio sta dando i suoi frutti, Lautaro Martinez, prelevato dal Racing, si è rivelato un talento cristallino, uno di quelli che con un futuro scritto da top player. Investimento importante che ora vale quasi il triplo, con il Barcellona in pressing. Zanetti prova però a tranquillizzare il mondo nerazzurro: “Quando lo abbiamo preso eravamo convinti del suo talento e sapevamo che saremmo arrivati alla sua consacrazione – ha affermato in diretta con Vieri – Lui era tra i talenti più promettenti in Argentina e ha confermato le aspettative. Ha 22 anni e può ancora crescere tanto in una squadra che Conte sta migliorando. In questa fase dove non si è ancora chiusa l’emergenza non abbiamo pensato a cosa farà, prima risolviamo la questione sanitaria e poi analizzeremo il da farsi. Io posso solo dire che lo vedo contento assieme ai ragazzi”. Al momento l’Inter tiene duro e continua a chiedere la clausola da 111 milioni di euro al Barcellona, che dall’altro lato prosegue con la richiesta di uno sconto.

IL LAVORO DI CONTE – C’è poi il grande lavoro di Antonio Conte, allenatore chiamato per riportare definitivamente in alto l’Inter. Dopo un avvio sfolgorante, la squadra nerazzurra ha perso contatto con la vetta in ottica Scudetto, ma il solco tracciato è quello giusto: “Si sono visti grandi progressi – le parole di Zanetti – Stiamo creando i presupposti per fare bene nel futuro, la cosa importante è vedere i giocatori che seguono il mister. Sono cresciuti tutti e i giovani sono il patrimonio del nostro club. Continuando così cresceranno ancora”.