Andrea Pirlo
Andrea Pirlo

Torino, 16 gennaio 2021 - Il primo derby d'Italia vissuto in panchina Andrea Pirlo, a prescindere dal risultato finale, non se lo scorderà di certo. Ma alla sua Juventus il tecnico bianconero chiede una prestazione davvero indimenticabile per uscire da San Siro - come come già capitato con il Milan - con i tre punti in tasca. Un successo alimenterebbe le speranze Scudetto della Signora e certificherebbe la bontà del lavoro dell'ex centrocampista. "Mi aspetto l'Inter inizialmente aggressiva e intenzionata a dare ritmo, ma noi ci siamo preparati per questo. Non dovremo avere paura, ma bisognerà provare a fare la partita, liberi di testa". 

"Non firmo per il pari"

Coraggio e sfacciataggine. Nel Sunday Night della 18° giornata di Serie A, la Juventus dovrà essere a immagine e somiglianza del proprio allenatore. "Se firmerei per un pareggio? Non si parte mai con questo obiettivo. Andremo a San Siro per cercare di vincere. Come quella contro il Milan, anche quella di domani sarà una partita importante, ma non fondamentale per la corsa al campionato - sottolinea Pirlo - Quindi dobbiamo giocarcela a viso aperto con le nostre carte e consapevoli della forza dell'Inter, perché è una grande squadra e l'ha dimostrato con l'arrivo di mister Conte". 

Il rapporto con Conte

Conte al quale Pirlo è particolarmente legato per il trascorso comune in bianconero. "E' stato il primo tecnico che mi ha fatto pensare di studiare da allenatore, quindi gli sono grato, perché mi ha insegnato tante cose quando ancora ero giocatore. Però adesso sediamo su due panchine diverse. Lui sta facendo una carriera di grandissimo livello., con uno spessore umano che conosco bene. C'è grande rispetto fra noi, però domani saremo avversari. Abbiamo due caraterei diversi e forse è per questo che andiamo d'accordo, ci siamo sentiti all'inizio del campionato poi non abbiamo avuto tempo di telefonate o incontri". 

Chiellini verso la titolarità

Massima concentrazione quindi sulle vicende di campo. A riguardo, pare probabile la presenza dal primo minuto di Giorgio Chiellini e di Weston McKennie. "Chiellini sta bene fortunatamente dopo la partita dell'altro giorno con il Genoa. Non ha accusato alcun fastidio, quindi è pronto e carico per scendere in campo in questa grande sfida - dice Pirlo - Siamo contenti di avere Giorgio finalmente a pieno servizio, perché è un valore aggiunto per la nostra squadra. Assenti? Stiamo aspettando i risultati dei tamponi, mentre gli infortunati (McKennie e Chiesa, ndr) si sono aggregati alla squadra. Weston può partire dall'inizio. Oggi si è allenato con noi e ha recuperato, pur non stando 100%. Ramsey? Si sente bene e non ha nessun problema a giocare". 

Leggi anche - Morata: "Occhio Inter, questa Juve è affamata"