Andrea Pirlo
Andrea Pirlo

Torino, 1 febbraio 2021 - Inter-Juventus, atto secondo. Due settimane dopo il netto (più che nel risultato, nel gioco) successo dei nerazzurri ai danni dei bianconeri, le due squadre si rincontrano per la semifinale d'andata di Coppa Italia, che rappresenta un obiettivo importante per entrambe. Ecco perché Andrea Pirlo pretende dai suoi una prestazione ben diversa rispetto a quella sfornata contro gli uomini di Antonio Conte in campionato. "Quella sconfitta ci ha insegnato tanto: quando non siamo sul pezzo non siamo noi stessi e non siamo la vera Juventus - le parole del tecnico alla vigilia - Però da quel k.o. abbiamo saputo ripartire con grandi partite. Però non dobbiamo adagiarci sugli allori, perché abbiamo ancora tante gare da giocare".

Coppa Italia, Inter-Juventus: la semifinale di andata

Conte alla vigilia di Inter-Juve: "L'andata è molto importante. Sanchez accanto a Lautaro"

Consapevolezza e gestione

E da provare a vincere, se si vuole restare in corsa fino alla fine su tutti i fronti. "Domani voglio vedere una squadra consapevole della propria forza. Giochiamo il primo round, che andrà gestito bene. Non sarà decisivo, per cui sarà importante anche ragionare in quest'ottica. Che match mi aspetto? L'Inter cercherà di mettere in campo le proprie idee. Conosciamo molto bene il suo allenatore e quindi ci siamo preparati in questi giorni per quello che potrà accadere sul terreno di gioco. È una squadra che è molto brava a chiudersi e poi a ripartire, grazie a dei calciatori molto veloci e capaci nel tenere il campo e negli inserimenti, quindi servirà attenzione". 

Ramsey out

Riguardo alla formazione, Pirlo conferma che assisteremo a delle novità rispetto a quella vista dal primo minuto contro la Sampdoria. "Sì, qualcosa cambieremo: ci sarà il rientro di Buffon in porta, mentre Ramsey non è a disposizione (così come Paulo Dybala, ndr) per un lieve risentimento, però speriamo di recuperarlo sabato - le parole dell'allenatore bianconero - Per il resto vedremo. La nostra forza è il gruppo. Ho la fortuna di poter contare su dei ragazzi che hanno dentro di loro ancora tanta voglia di vincere e questa è una cosa fondamentale per una squadra ambiziosa come la nostra". 

Leggi anche: Inter-Juve, i precedenti in Coppa Italia