27 apr 2022

Bologna-Inter, Inzaghi: "Questo ko fa male ma i due punti si possono ancora recuperare"

Il tecnico nerazzurro ha parlato a Sky dopo il ko del Dall'Ara. Ecco cosa ha detto su Radu e Barella

matteo airoldi
Sport
Inter's coach Simone Inzaghi during the Italian Serie A soccer match Bologna FC vs FC Inter at Renato Dall'Ara stadium in Bologna, Italy, 27 April 2022. ANSA /ELISABETTA BARACCHI
Simone Inzaghi, allenatore dell'Inter (Ansa)

Bologna, 27 aprile 2022 – La “papera” di Radu a una manciata di minuti dalla fine costa cara all’Inter che cade 2-1 a Bologna nel recupero della 20^ giornata e manca il sorpasso al Milan che ora è primo con due punti di vantaggio e le stesse gare giocate dei nerazzurri: “Sono tre punti persi che senz’altro pesano – ha spiegato mister Simone Inzaghi a Sky Sport nel dopogara – e c’è amarezza ma credo sia normale che sia così. Adesso non siamo più padroni del nostro destino e dovremo vincere assolutamente le prossime quattro partite per poi vedere cosa avrà fatto il Milan. Abbiamo avuto il giusto approccio, ma dovevamo segnare il secondo gol e non prendere quello del pari di Arnautovic perché può succedere di tutto come abbiamo visto”. A tradire i nerazzurri anche un po’ di frenesia: “Nonostante la pecca sul gol di Arnautovic abbiamo disputato un ottimo primo tempo. Avremmo meritato il raddoppio perché abbiamo creato tanto. Nella ripresa la frenesia e qualche giocata troppo veloce ci hanno penalizzato. Eravamo comunque in partita. Il Bologna non è mai riuscito ad arrivare in area. Noi però dopo il secondo gol preso abbiampo perso lucidità. Ora non abbiamo più il nostro destino tra le mani ma mancano dodici punti e due in quattro giornate si possono recuperare”.

Radu e  Barella

Il tecnico nerazzurro ha poi voluto rincuorare il suo portiere, autore come detto di un grave errore sul raddoppio di Sansone: “Contro l’Empoli in Coppa Italia ha fatto molto bene e si allena con grande impegno. Ha la fiducia totale di staff tecnico e compagni. Quando sbaglia un attaccante fa meno notizia. Se avesse fatto lo stesso errore sul 2-0 o 3-0 avrebbe avuto un peso differente. Deve stare tranquillo, ha un roseo avvenire davanti a sé perché è un grande portiere”. Inzaghi ha poi minimizzato la stizza di Barella al momento della sostituzione: “Ognuno vorrebbe giustamente restare in campo il più possibile, ma io in quel momento ho fatto quella scelta. Non c’è nessun problema, la cosa importante è il rispetto per staff e compagni e quello c’è sempre stato”.

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?