Mauro Icardi
Mauro Icardi

Milano, 22 luglio 2019 – Una clamorosa apertura di Mauro Icardi al Napoli. Questa è la notizia dell’ultime ore e la speranza che stava aspettando l’Inter: ovvero la cessione dell’argentino per finanziare il mercato in entrata. Una situazione che poteva diventare di stallo assoluto potrebbe invece sbloccarsi se Maurito decidesse di accettare senza remore la corte partenopea.

WANDA A IBIZA INCROCIA LE DITA – La notizia nasce da un incontro avuto da un tifoso del Napoli con Wanda Nara, e riportato da diversi siti di fede azzurra, in cui la moglie di Maurito a esplicita richiesta ‘porta Icardi a Napoli’ avrebbe risposto incrociando le dita e pronunciando un inequivocabile ‘speriamo’. Insomma, la trattativa con la Juve non si è sbloccata e tra i due club mai sbocciata (l’Inter chiede Dybala o almeno 70 milioni), per cui l’unico modo per evitare di tenere un giocatore fuori rosa è aprirsi ad altre possibilità. Ma quel passo deve farlo Icardi, perché l’Inter certamente preferirebbe la pista azzurra (più remunerativa) rispetto a quella bianconera. E nelle ultime ore la porta sarebbe stata aperta…

CONTATTO CON ANCELOTTI? – Il Napoli da tempo sogna il grande colpo e l’arrivo di Icardi aprirebbe le porte del paradiso ai tifosi azzurri, convinti con Ancelotti di poter sognare in grande. Icardi, senza incorrere nel reato di lesa maestà, porterebbe una dose di entusiasmo talmente elevata da poter ripercorrere le orme che furono di Maradona. Non in termini di rendimento, sia chiaro, quello sarebbe valutato strada facendo, ma come accoglienza. Si mormora che la proposta azzurra a Icardi sia di livello assoluto, ovvero un ingaggio nell’ordine di grandezza di circa 8 milioni più bonus, mentre per l’Inter dovrebbe esserci una offerta economica succosa, quella che al momento non è arrivata da sponda Juve. Non solo, l’apertura di Icardi dovrebbe tramutarsi in una telefonata tra il giocatore e Carlo Ancelotti. Un colloquio conoscitivo per capire quali sarebbero i piani del tecnico per Maurito. Da qui in avanti, se son rose fioriranno.