Mauro Icardi
Mauro Icardi

Milano, 18 aprile 2019 – Inter-Roma sarà un incrocio pericoloso sia per quanto riguarda la lotta Champions League ma anche sul mercato. Da un lato Mauro Icardi continua a ricevere la corte di importanti club esteri, dall’altro i nerazzurri sondano la margherita dei possibili sostituti. E sul taccuino di Marotta c’è Edin Dzeko.

CITY SU ICARDI – Difficile ipotizzare con esattezza il futuro di Mauro Icardi. L’argentino ha vissuto attimi di tensione con il tecnico e con il club, la frattura è stata ricomposta ma la sensazione che l’Inter possa valutare eventuali offerte in estate c’è tutta. Anche lo stesso giocatore, a maggior ragione se rimanesse Spalletti, potrebbe prendere seriamente in considerazione l’ipotesi di andare. Difficile che in Italia qualcuno possa spendere determinate cifre, forse la Juve, ma in quel caso Marotta andrebbe dritto su Dybala, e allora spazio all’estero. Il Real Madrid lo segue da tempo, così come il Manchester United – e in questo caso si ipotizza anche uno scambio con Lukaku – ma nell’ultime ore dall’Inghilterra viene dato anche il City sulle tracce di Maurito. Eliminato ieri dalla Champions, il Manchester City potrebbe sondare un ricambio generazionale su alcune pedine, ovvero Aguero, e quindi affidarsi a una punta più giovane. Vedremo.

DZEKO E LA ROMA – Sabato c’è invece il primo importante crocevia stagionale, Inter-Roma può essere fondamentale nella lotta Champione e una vittoria nerazzurra potrebbe di fatto avvicinare di molto l’obiettivo. E dopo il match ci sarebbe l’occasione per i dirigenti dell’Inter di informarsi sul grande possibile sostituto di Mauro Icardi, ovvero Edin Dzeko. Anche in questo caso il ciclo dell’attaccante in giallorosso sembra volgere verso il termine e la Roma stessa potrebbe andare incontro a una mezza rivoluzione considerata la stagione vissuta tra alti e bassi e con tante tensioni interne. Lo stesso attaccante, corteggiato dal West Ham, vorrebbe rimanere in Italia, tanto da aver già sostanzialmente rifiutato la proposta degli ‘hammers’. Non è allora impossibile immaginare la cessione di Icardi e l’arrivo di Dzeko la prossima estate, per una stagione che dovrà sancire il definitivo ritorno ad alti livelli dell’Inter.