Lautaro Martinez
Lautaro Martinez

Milano, 30 giugno 2021 – Si dividono le strade dell’Inter e di Hakimi, resteranno unite quelle con Lautaro. Giornata importante ieri a Milano quando Alejandro Camano, l’agente di entrambi i giocatori, ha incontrato la società nerazzurra: da un lato si lavora senza sosta al passaggio del marocchino a Parigi, dall’altro riprende quota la trattativa per il rinnovo di Lautaro Martinez.

Hakimi va, Lautaro resta

Doppio lavoro per Camano con l’Inter. Sempre più imminente il passaggio di Achraf Hakimi dai nerazzurri al Psg, l’accordo è vicino sia tra i club sia tra il giocatore e i parigini. Ingaggio super per Hakimi, buon incasso per l’Inter che riceverà più di 70 milioni per la cessione dell’esterno destro. L’affare è fatto, serve solo attende i comunicati ufficiali. Quando? Di preciso non si sa, ma se l’Inter vorrà inserire l’operazione in questo esercizio dovrà comunicare entro oggi la cessione.

"Chiunque lasci il club nerazzurro se ne dispiace", ha ammesso il procuratore di Hakimi. La stessa frase non sarà pronunciata invece per Lautaro Martinez, pronto a restare a Milano almeno un’altra stagione. ‘Lautaro resta, ha due anni di contratto ed è felice’, il commento dell’agente che a breve dovrebbe riprendere le trattative per il rinnovo di contratto. Qualche settimana fa era arrivato un no alla trattativa impostata dall’Inter, ma è chiaro che Lautaro Martinez andrà a monetizzare il proprio rendimento oltre i 2.5 milioni di euro che percepisce ora. Si parla di circa il doppio. E il mercato? Per questa estate non dovrebbero esserci sorprese, l’argentino è pronto a restare e comunque la valutazione dell’Inter, circa 90 milioni, è altissima per l’attuale mercato. Non solo, ci sarebbe stato anche un colloquio telefonico tra il neo tecnico Simone Inzaghi e il calciatore per confermare l’assoluta centralità nel 3-5-2 dell’ex laziale. Insomma, il sacrificato dovrebbe essere solo Hakimi, in pole per sostituirlo c’è sempre Bellerin, mentre gli altri dovrebbero restare. Non solo l'ossatura titolare, ma anche i senatori dello spogliatoio come D'Ambrosio e Kolarov che dovrebbero rinnovare il contratto.

Leggi anche - Milan, rinnovo di Kessie priorità: ma c'è distanza